(foto Pomella)
(foto Pomella)

CAMAIORE. “Siamo alla frutta, al “Re Carnevale” (in scadenza), non avendo argomenti più consoni ad una campagna elettorale, tale da potersi definire, per ricavarsi un po’ di visibilità sulla stampa, quando i riflettori del suo giocattolino si stanno spengendo, non rimane che denigrare le persone scrivendo inesattezze e bugie e cercando, oltre ai diretti interessati, anche terze persone: politica di bassissima lega, che non ci appartiene e rispediamo al mittente”.

Replica così Alberto Iacomini, coordinatore dell’Udc di Camaiore, all‘attacco di Alessandro Santini nei confronti del capogruppo Udc a Camaiore PierFrancesco Pardini, ‘reo’ di essersi astenuto in occasione dell’uscita di Camaiore dalla Fondazione Carnevale di Viareggio.

“Il “monarca”, “Re carnevale” – insiste Iacomini – non sapendo o non volendo rispondere ai quesiti, che il nostro capogruppo Pier Francesco Pardini, gli ha posto, in una nota precedente, è costretto a raschiare il barile, arrampicandosi sugli specchi, andando persino a cercare argomenti che non c’ entrano niente. Premesso che Pier Francesco Pardini non ha incarichi di partito retribuiti,  invito il “Re Carnevale” a non strumentalizzare l’informazione. Continuo dicendo che gli unici incarichi di cui Pardini può fregiarsi sono quelli “istituzionali elettivi”, dei quali, il ruolo di presidente del consiglio di circoscrizione prima e poi Presidente del Consiglio Comunale, tutti “incarichi”, se cos’ vogliamo definirli, ai quali per accedere servono i consensi, volgarmente detti “voti”, espressi dalle preferenze della persone sulla scheda elettorale che sono ben diversi da quelli di cui il Sig. Santini Alessandro può fregiarsi visto che gli sono stati attribuiti, a lui si, “per nomina” dai vari politici di turno”.

E l’Udc di Camaiore passa al contrattacco. “Di fatto, nel curriculum del “Re Carnevale”, dopo la cacciata da assessore di Camaiore, possiamo, invece, annoverare la nomina, prima, nel Consiglio di Amministrazione dell’ATO 1 Toscana Nord, e successivamente, dove a tutt’oggi risiede ancora, nel Consiglio di Amministrazione

Fotomania

della Società CLAP S.r.l. di Lucca. Rinnovo l’ invito, al presidente della “Fondazione Carnevale”, a non coinvolgere terze persone, iscritte nel nostro partito; in quanto se ne potrebbe elencare diverse, nelle fila del suo, alle quali potrebbe essere data una laurea “honoris causa” in “accumulo incarichi”, cumuli di incarichi che, a volte, passano abbondantemente compensi annui da oltre 5 zeri”.

“Riflettendo sull’accaduto pongo una riflessione: Potrebbe essere che tutto questo che viene montato “ad hoc” sulla stampa, dal Sig. Santini, non è che una strumentalizzazione politica per cercare visibilità in occasione delle elezioni di Viareggio?” . Concludo, avendolo appreso oggi dalla stampa, facendo un “in bocca al lupo” al Sig. Santini Alessandro, per la nuova “esperienza lavorativa”, che si accinge a fare nel settore culinario. Se il buon giorno si vede da mattino.. lui di “arrosti” ne sa fare”.

(Visitato 44 volte, 1 visite oggi)

CIMA CARICA I SUOI: “PENSO GIÀ A COSA FARÒ APPENA SARÒ ELETTO SINDACO”

IL GOVERNATORE BRASILIANO ANDRÉ PUCCINELLI IN VISITA NELLA “SUA” VIAREGGIO