CAMAIORE. Fabrizio Pellegrini, coordinatore a Camaiore di W L’Italia, prende spunto dallo scippo avvenuto ieri (25 aprile) a danno di tre turisti svizzeri in visita a Viareggio, per inveire contro “gli individui che non hanno mai lavorato un giorno e vivono di sussidi, aiuti e furti”.

“Quando ci decidiamo a mandare via questi individui che vivono senza avere mai lavorato un giorno della loro vita”, si chiede Pellegrini. Che poi elenca una lunga serie di privilegi che a suo dire lo Stato offre agli immigrati: “sussidi, luce gratis, immondizia gratis, libri per i loro figli, buoni pasto, pulmini, scolastici, ticket sanitari, ricoveri ospedalieri visite
specialistiche, interventi chirurgici, case popolari, sempre tutto gratis”. Pellegrini si pone poi una domanda: “Chi sono i discriminati loro o noi? Tutto questo per la speranza recondita che questi si integreranno con noi”. “Poveri illusi – sentenzia Pellegrini –  avete mai visto l’olio amalgamarsi con l’aceto?” E conclude: “Loro non diventeranno mai come noi perché non hanno nessuna convenienza, vivono bene così di sussidi, aiuti, di furti e rapine”.

(Visitato 49 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore fabrizio pellegrini

ultimo aggiornamento: 26-04-2013


POLEMICHE SUL 25 APRILE. DEL DOTTO: “CENTRODESTRA ASSENTE”. BONUCCELLI: “IL SINDACO INDEGNO DELLA FASCIA TRICOLORE”

IL MOVIMENTO DEI CITTADINI INCONTRA GLI ELETTORI AL MERCATO DI PIAZZA CAVOUR