(foto Pomella)
(foto Pomella)

CAMAIORE. Polemiche per l’assenza degli esponenti di centrodestra alle celebrazioni per il 25 aprile a Marignana. Il sindaco di Camaiore, Alessandro Del Dotto, a margine della cerimonia ha fatto notare l’assenza di esponenti dei gruppi di minoranza consigliare, come riporta stamani il quotidiano La Nazione.

Dichiarazioni che oggi trovano la replica da parte di Riccardo Bonuccelli, ex Udc ed attuale capogruppo del Gruppo Misto. “Atteggiamento bambinesco, isterico, offensivo non degno della fascia che porta le dichiarazione del sindaco di Camaiore sulla mia assenza alle celebrazioni del 25 Aprile a Marignana”.

“Purtroppo – spiega Bonuccelli –  non ho il dono della bilocazione come Padre Pio e questo Sindaco si informi prima di attaccarmi sulla mia assenza di cosa stessi facendo in quel momento. Purtroppo con mio grande dispiacere quest’anno la data è coincisa con riunione di una assemblea societaria da tempo convocata dai soci e che dovevo presiedere essendone Presidente. Del fatto, a margine dell’ultimo Consiglio Comunale, ne avevo parlato con l’assessore Carrara”.

Ma Bonuccelli non ci sta a farsi rimproverare dal giovane sindaco. “Caro Sindaco io sono figlio di un Partigiano. Da piccolo ho mangiato minestrone con il cavolo, e racconti e vicissitudini di mio padre sulle Apuane che appena ventenne imbracciava un Stern e macinava chilometri con un pezzo di pane secco in tasca insieme ad altri ragazzi e ragazze di Camaiore che facevano da staffetta. Testimonianze preziose con dettagli interessanti che sono disposto a fornire da chi, senza eroiche polemiche, vuole accaparrarsi il diritto di Patriota per un giorno, perché era lì a farsi vedere, tutto tirato a lucido, come un ragazzino: Del Dotto”.

(Visitato 10 volte, 1 visite oggi)

DINI (PD): “IL PD TORNERÀ ALLO SPIRITO BELLO E ORIGINARIO DI UN TEMPO”

CAMAIORE, W L’ITALIA: “GLI IMMIGRATI VIVONO BENE DI SUSSIDI, FURTI E RAPINE”