MASSAROSA. “I Comuni di Massarosa e Pietrasanta rischiano il dissesto: la Regione Toscana adotti misure urgenti per evitare questa possibilità”.

Il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale, Giuseppe Del Carlo, ha presentato un’interrogazione urgente alla giunta Rossi in merito all’affaire che vede coinvolte le città di Massarosa e Pietrasanta condannate dalla Corte d’Appello di Genova al pagamento di una somma che potrebbe oscillare tra i 10 e i 20 milioni di euro per i ritardi nei lavori agli impianti di Pioppogatto e Falascaia.

“Una responsabilità – spiega l’esponente centrista – imputabile anche alla Regione Toscana che negli anni ’90, attraverso la nomina di un commissario straordinario, volle dare una soluzione al problema dei rifiuti in Versilia con l’inceneritore di Falascaia e l’impianto di Pioppogatto”.

Contro tale sentenza, i Comuni di Massarosa e Pietrasanta tenteranno il ricorso presso la Corte di Cassazione presentando contestualmente istanza di sospensione all’esecuzione: in caso di mancato accoglimento dell’istanza sarà tentata la strada dell’opposizione all’esecuzione. “Non possiamo e non dobbiamo permettere che le due cittadine debbano dichiarare bancarotta – conclude Giuseppe Del Carlo – per colpe certamente non imputabili a loro. Per questo la Regione deve impegnarsi e trovare una soluzione prima che sia troppo tardi”.

 

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)

BLACK OUT PROGRAMMATO A PIETRASANTA

VERSILIA: CANTIERI EDILI SVALIGIATI, “ESCALATION DI FURTI NELL’ULTIMO ANNO”