LUCCA. È  attesa per domani la decisione del gup di Lucca per il procedimento sulla strage di Viareggio, che il 29 giugno 2009 costò la vita a 32 persone. Gli imputati sono 33: fra loro, vertici e funzionari delle società del gruppo Fs – anche l’Ad Mauro Moretti – e delle ditte proprietaria o che revisionarono e montarono il carro che deragliò.

La notte del 29 giugno 2009 un carro che trasportava gpl deragliò alla stazione di Viareggio: le cisterne si ribaltarono, una si squarciò e il gas esplose, distruggendo un quartiere della città.

In una nota, Daniela Rombi, presidente dell’Associazione fra i familiari delle vittime il ‘Mondo che vorrei’, lancia un appello alla “più ampia partecipazione all’udienza: sarà un giorno importantissimo e molto atteso e la nostra grande partecipazione è doverosa. Sarebbe bello ripetere il corteo, con foto e striscioni come la prima udienza, e chiudere in questo modo un periodo lungo e doloroso”.

(Visitato 30 volte, 1 visite oggi)
TAG:
29 giugno daniela rombi decisione gup strage viareggio

ultimo aggiornamento: 17-07-2013


MARCUCCI ATTACCA: “SULLA FIRENZE-MARE IL PD CERCA LA VISIBILITÀ DEI POLLI”

SEQUESTRATO “IL TEMPIO” DELLA LECCIONA