VIAREGGIO. Il rinvio a giudizio dei 33 imputati per la strage di Viareggio “è un fatto positivo. La decisione del giudice si basa sulle carte e le carte parlano». Lo ha detto Valentina Menichetti, sorella di Emanuela, una delle 32 vittime della strage di Viareggio, commentando la decisione di oggi del gup di Lucca. “La sede giusta dove chiarire ogni dubbio – ha continuato Valentina – è il dibattimento. Come abbiamo fatto per l’udienza preliminare, anche lì saremo sempre presenti”. Valentina Menichetti è figlia di Daniela Rombi, la presidente dell’Associazione ‘Il mondo che vorrei’, che raggruppa i familiari delle vittime della strage.

(Visitato 43 volte, 1 visite oggi)

SOPRALLUOGHI E MONITORAGGIO DELLA CAPITANERIA DI PORTO SULLE COSTE VERSILIESI

SEQUESTRATI RISTORANTE E CLUB HOUSE A TORRE DEL LAGO