VIAREGGIO. Una ventenne e una quattordicenne, entrambe di etnia Rom, sono state indagate in stato di libertà per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. Le ragazze sono state controllate nel pomeriggio di venerdì nel quartiere ex Campo d’Aviazione, gli agenti insospettiti le hanno accompagnate in Commissariato di Polizia per l’identificazione e dopo la perquisizione personale sono state trovate in possesso di due grossi cacciaviti che avevano occultato sotto i vestiti. La maggiore delle due è stata rimpatriata con foglio di via obbligatorio, emesso dal Questore di Lucca, con il divieto di ritorno nei comuni della Versilia per 3 anni.

Nel corso dei controlli, al varignano, è stato  indagato in stato di libertà un lucchese di 33 anni per uso di atto falso. In particolare lo stesso, controllato nel quartiere Varignano alla guida dell’autovettura con esposto il tagliando di assicurazione RCA contraffatto. Il mezzo è stato sottoposto a sequestro amministrativo

Infine un nigeriano di 28 anni, in Italia senza fissa dimora, è stato indagato in stato di libertà, perché clandestino sul territorio nazionale e inottemperante al decreto di espulsione emesso dal Questore di Pistoia nel maggio scorso.

 

 

 

(Visitato 22 volte, 1 visite oggi)

Un sistema di dragaggio continuo per il porto di Viareggio

In auto senza assicurazione: tre denunce a Viareggio