VIAREGGIO. Weekend di controlli da parte della polizia, mirati a contrastare lo spaccio di droga e l’immigrazione clandestina. L’azione delle forze dell’ordine si è concentrata soprattutto nella zona della stazione ferroviaria e nella pineta di Ponente. Gli agenti del Commissariato di Viareggio, insieme agli uomini del Reparto Prevenzione Crimine Toscana, si sono presentati in alcuni locali di piazza Dante e piazza D’Azeglio, hanno effettuato numerosi posti di blocco nelle arterie d’ingresso in città e identificato diversi sospetti per prevenire scippi e furti in appartamento e setacciato tutta la zona della Pineta: da via Zara a via Vespucci.

Il Reparto Prevenzione Crimine ha messo le manette a un giovane di 20 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, resistenza e violenza. Sabato il ragazzo – nato in Marocco, pregiudicato e senza fissa dimora – si trovava in pineta e appena ha visto avvicinarsi gli agenti ha inforcato la bicicletta e ha tentato la fuga. L’inseguimento è durato poco, i poliziotti hanno fermato il giovane in via Rosolino Pilo, che ha reagito aggredendo gli agenti che sono riusciti a bloccarlo. In tasca aveva 6,2 grammi di cocaina, e 8 di hashish, oltre a 245 euro in contanti, che sono stati posto sotto sequestro. Il ragazzo è stato processato per direttissima questa mattina a Viareggio, presso la sezione distaccata del Tribunale di Lucca.

Mentre un altro marocchino è stato indagato in stato di libertà per spaccio. All’altezza della Conad di via Fratti, il ventiquattrenne ha cercato di fuggire ai poliziotti a cavallo, dopo averlo fermato in piazza Paolo VI – nei pressi del cimitero – gli agenti gli hanno trovato addosso 5 pezzi di hashish del peso complessivo di 2,1 grammi  e una banconota da 50 euro che sono stati posti sotto sequestro.

Sabato notte, un tunisino di 26 anni è stato indagato in stato di libertà perché sprovvisto dei documenti di identità. Il giovane è stato fermato sabato sera in Darsena per un normale controllo lungo il viale Europa insieme ad altri due connazionali che sono stati messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione del Commissariato per l’avvio dell’iter di espulsione. A Torre del Lago un ragazzino di 15 anni rumeno residente nella frazione, è stato fermato e denunciato dagli uomini del reparto Prevenzione Crimine mentre era a bordo di uno scooter, pur non avendo il patentino né l’assicurazione. Il mezzo è stato sequestrato.

Questi i dettagli dei controlli effettuati nel fine settimana:

• sono stati effettuati 10 posti di controllo

• 135 autoveicoli controllati;

• 285 persone identificate di cui 50 extracomunitari

• 1 persona arrestata

• 4 persone denunciate in stato di libertà

• 1 persona segnalata alla Prefettura per uso personale di

sostanze stupefacenti

• 8 contravvenzioni al CdS

(Visitato 38 volte, 1 visite oggi)

Tre fratelli rom fermati per furto aggravato alla Migliarina. Il più piccolo ha nove anni

Viareggio, 500 mattonelle colorate per chiedere di pedonalizzare via IV Novembre