Falasco e il cartellino che non ci voleva: “Sono stato ingenuo. Bene il punto conquistato oggi”

VIAREGGIO. È stato ingenuo come nell’occasione del primo gol subìto dalle zebre a L’Aquila, il difensore bianconero Nicola Falasco: facendo rimbalzare il pallone sul terreno si è fatto scavalcare da un giocatore del Frosinone e ha commesso fallo rimendiando un’ammonizione che, a causa della sua diffida, gli costa la squalifica per la trasferta di domenica prossima a Salerno.

“Credevo di essere in anticipo sul pallone e invece mi ha scavalcato: quando il mio avversario stava andando via l’ho fermato fallosamemte e in modo ingenuo. Ho rimediato un cartellino giallo che avrei potuto evitare. In questi casi devo crescere e migliorare, con un pizzico di attenzione in più avrei potuto evitare la squalifica.”

Guardando, però, alla partita il difensore scuola Brescia se l’è cavata egregiamente al pari di altri compagni. “Per questo sono contento: abbiamo preso un punto pesante contro una forte squadra. Siamo rimasti con un uomo in più, è vero, ma non dimentichiamoci che loro sono costruiti per ritornare in Serie B.”

Aggiornato il: 13-10-2013 20:02