VIAREGGIO. “Come già annunciato posso ulteriormente rassicurare la cittadinanza che le misurazioni effettuate ad aprile hanno dato esito negativo: il massimo valore rilevato, infatti, è stato quello su una terrazza di un appartamento di via Puccini ed è di 1,58 V/m, ben inferiore quindi ai 6 V/m che il DCPM dell’8 luglio 2003 stabilisce come valore di attenzione”. Lo annuncia Leonardo Betti, sindaco di Viareggio.

“A confermarcelo formalmente è la relazione dell’Arpat che è giunta alla mia attenzione, dopo il colloquio che ho avuto nei giorni scorsi col Direttore dell’Agenzia.

“Quanto alla questione posta dal Comitato circa una componente aggiuntiva che sarebbe risultata da altre rilevazioni ad alta frequenza e per la quale l’Arpat ha in effetti interessato l’ispettorato territoriale Toscana del Ministero delle Telecomunicazioni, posso solo ripetere quanto mi è stato riferito: si tratta comunque di valori ben sotto quello di attenzione e che non è in alcun modo legata alle antenne di telefonia mobile, giacché viene rilevata solo in alcune ore notturne. Si tratta infatti molto probabilmente – così mi è stato detto dall’Arpat – di un allarme privato mal funzionante, che va innanzitutto individuato e poi riparato.

“Per quanto riguarda le misurazioni a bassa frequenza, nei giorni scorsi gli uffici hanno comunicato ad Arpat i nominativi dei cittadini disponibili a ospitare le centraline di rilevazione. Come già detto, tale rilevazioni saranno disponibili e rese note nel giro di qualche settimana.

“Posso quindi rassicurare la cittadinanza che l’attenzione dell’amministrazione comunale su questo tema è alta, nell’interesse innanzitutto della salute dei cittadini. Proprio oggi ho nominato il nuovo assessore con delega all’ambiente Giovanni Giannerini che lunedì mattina parteciperà alla Commissione Consiliare dedicata proprio a questa tematica, dove è prevista la partecipazione sia dell’Arpat che dei cittadini del Comitato di via Matteotti. Tra le priorità che gli ho assegnato, c’è proprio quella del nuovo Piano delle Antenne e con lui ho insistito affinché il percorso partecipativo per la stesura dello stesso sia ampio e trasparente”.

“Quanto al contenuto del comunicato stampa di ieri del Comitato di Via Matteotti, non voglio assolutamente entrare in polemica con cittadini giustamente allarmati per la nuova antenna la cui installazione, lo ripeto ancora una volta, noi non abbiamo voluto né potevamo impedire: all’allarme della cittadinanza del resto abbiamo dato risposte tempestive, sempre improntate alla massima trasparenza e su questa linea intendiamo proseguire”.

(Visitato 20 volte, 1 visite oggi)

Ufficializzata la nomina di Giannerini, è lui il nuovo assessore all’ambiente e al porto

Sicurezza, al via il servizio di vigilanza in Passeggiata: se lo pagano i commercianti