VIAREGGIO. “Ci sembra giusto esprimere grande preoccupazione per una stagione turistica messa a dura prova da condizioni metereologiche ‘negativamente straordinarie’, e su questo l’uomo non può farci niente. Ma sul divieto di balneazione credo che qualcosa ci sia da dire”. Lo scrive Marco Dondolini del direttivo comunale di Forza Italia.

“Se è vero, come ci dice il sindaco, che ‘i parametri di Arpat sono fuori controllo solo temporaneamente e a causa delle recenti piogge’, questo significa che quando piove qualcosa non funziona? Se ci fosse un sistema di raccolta in grado di ricevere le acque meteoriche indipendenti oltre agli allagamenti si potrebbe evitare anche il cumulo di carichi inquinanti?

“Allora ecco una proposta: perché non approfittare degli annunciati lavori per il rifacimento del ponte girante e della nuova rotatoria prevedendo di costruire nella zona – che dovrebbe essere la più bassa di Viareggio – di piazza Manzoni un’adeguata vasca di accumulo che possa ricevere le acque bianche da scaricare nel Burlamacca?

“Con tale intervento si potrebbe prendere tutto il centro cittadino risolvendo il problema degli allagamenti. E se poi si riuscisse a realizzare anche gli impianti di ionizzazione alle foci forse anche i frequenti divieti cesserebbero? Non chiediamo la luna ma impegno e progetti concreti per dare risposte a cittadini ed imprese che non possono essere penalizzati ogni qualvolta le precipitazioni si fanno un po’ più insistenti”.

(Visitato 93 volte, 1 visite oggi)
TAG:
balneazione divieto marco dondolini viareggio

ultimo aggiornamento: 07-08-2014


“Grave violazione del Tuel”, tensione in Conferenza dei capigruppo a Viareggio

“L’opposizione è riuscita a centrare l’obiettivo di annientare Viareggio”