VIAREGGIO. “La chiusura del passaggio a livello di Via dei Comparini, tanto più in mancanza delle “opere sostitutive” necessarie, è un atto inaccettabile per la vita e l’economia di tutta la zona interessata”. Lo scrive Ascom Viareggio, intervenendo sulla decisione presa per Viareggio.
“Senza i necessari sottopassi – scrive Ascom – l’ordinanza del sindaco con la quale viene disposta la chiusura determina una grave perdita per tutta l’area: sia per la mobilità dei cittadini, specie quella ciclopedonale, che per le attività economiche del luogo, già alle prese con la viabilità della zona artigianale Cotone-Varignano, che si troveranno ancor più marginalizzate, “fuori dal giro””.
“L’asse di penetrazione, privo di marciapiedi e ciclopiste, fermo alla minirotatoria di Via Pisano in quanto manca ancora l’ultimo pezzo di collegamento alla darsena, non è una “opera sostitutiva” sufficiente ad accogliere i nuovi flussi di traffico: circolazione che significherà anche, in molti casi, maggiore distanza chilometrica percorsa, dunque maggiore inquinamento acustico e da gas di scarico. Non osiamo immaginare cosa succederebbe se dovesse chiudere, come già previsto dagli accordi Comune-Ferrovie, il passaggio a livello sulla Via Aurelia al Varignano. A tutela delle attività economiche e della cittadinanza, ASCOM Viareggio chiede pertanto che siano prima completate le opere pubbliche sostitutive (sottopassi in primis), poi si pensi, eventualmente, alla chiusura dei passaggi a livello”.

(Visitato 97 volte, 1 visite oggi)
TAG:
passaggio a livello via comparini viareggio

ultimo aggiornamento: 23-09-2014


Giannerini rinuncia a fare il liquidatore della Viareggio Porto

Sottufficiale della Capitaneria di Viareggio blocca ladro in fuga da un centro commerciale