VIAREGGIO. È diventato a suo modo il personaggio di copertina degli ultimi giorni, con quell’aereo preso da Istanbul mentre era in vacanza per tornare a Viareggio appositamente per protocollare le sue dimissioni e far cadere la giunta comunale: Antonio Cima, già sindaco di Viareggio e presidente della Provincia che fu sfidante di Betti all’ultima tornata elettorale, è il primo a prendere la parola dopo essersi dimesso da consigliere comunale di Forza Italia e aver così posto fine alla legislatura di Betti.

“Su Facebook il vicesindaco dimissionario Romanini mi aveva attaccato dicendomi che ho dovuto interrompere una crociera: ebbene, non l’ho vissuto come un sacrificio. Anzi, non ho mai firmato un documento con così tanta soddisfazione come stavolta…”. Ma, ci tiene a precisare l’ormai ex capogruppo consiliare di Forza Italia, “l’ho fatto per rendere un servizio alla collettività”.

Dopo altre frecciatine a Romanini (“Che problema c’è se sono stato assente tre mesi per una vacanza? Ho tutto il diritto di godere la mia pensione”) Cima passa all’attacco del primo cittadino: “In poco più di un anno Betti ha fatto di tutto tranne che occuparsi dei problemi di Viareggio: è stato distrutto dalle faide interne e ha pensato solo a mantenere la poltrona. Ora ci vuole un commissario prefettizio che, di concerto con quelli venuti da Roma per risanare le casse comunali, sappia amministrare la città. Non c’era bisogno di dichiarare il dissesto finanziario: Viareggio ha tanti crediti da riscuotere, basterebbe seguire l’esempio di Napoli. E invece noi ci siamo ‘autodissestati’…”.

Per colui che fu il candidato sindaco del centrodestra è “cessata un’epoca di bugie: finalmente riportiamo un po’ di aria pulita in città. Certo, anche la giunta Lunardini l’ha inquinata, non nascondo i nostri errori. Ma il dramma è iniziato con la giunta Marcucci”.

E dopo la “vittoria nella guerra di liberazione da questa giunta”, come la definisce lui, Cima annuncia il suo ritiro dalla politica: “Questo è stato il mio ultimo atto amministrativo. Adesso torno in vacanza, ho lasciato moglie e bagagli sulla nave: domani ho un volo per Atene”. Da Istanbul alla capitale ellenica. Della serie: dalle “cose turche” alla tragedia greca…

(Visitato 63 volte, 1 visite oggi)
TAG:
antonio cima commissariamento dimissioni forza italia viareggio

ultimo aggiornamento: 18-10-2014


L’amaro addio di Betti: “Mi dispiace per la città, ora i viareggini sanno chi sono i responsabili”

Martina e Baldini: “Per Viareggio giornata brutta ma inevitabile, è la sconfitta della città”