Cari, affezionati, lettori di DA UOMO A UOMO, ricorderete certamente la particolare puntata del febbraio 2014 dal titolo “LA CHIMICA DELL’AMORE”, In essa tra le varie, innumerevoli, sostanze che regolano la vita di coppia spiccavano prepotentemente due neuro-trasmettitori l’OSSITOCINA e la DOPAMINA.

Recentissime notizie li coinvolgono, loro e i geni che ne regolano la produzione, non solo nella coppia ma anche quando la COPPIA SCOPPIA!

Sono tanti gli studi scientifici che cercano di dare una risposta all’inclinazione al INFEDELTA’. La scienza oggi ci dice come non si tratti solo di psiche e sentimento. Chi tradisce lo fa anche perché, almeno in parte, sta scritto nel suo DNA. Insomma saremmo di fronte alla esistenza di “GENI DELLA SCAPPATELLA” …

Il tradimento è colpa del DNA

Alcuni studi sembrano suggerire che certe persone potrebbero essere più predisposte di altre alla ricerca di novità amorose. A rendere più inclini alla fedeltà o al tradimento potrebbero essere PARTICOLARI ASSETTI GENETICI DEI SISTEMI DELLA DOPAMINA E DELL’OSSITOCINA.
Laddove la DOPAMINA è il neurotrasmettitore DEL PIACERE, DELLA RICOMPENSA, DELLA CURIOSITÀ DI NUOVE EMOZIONI (È COINVOLTO NELL’INNAMORAMENTO, MA ANCHE NELL’ASSUNZIONE DI DROGHE E ALIMENTI COME IL CIOCCOLATO O LA PIZZA). Insomma della INFEDELTA’.
Mentre l’OSSITOCINA risulta il neurotrasmettitore DEI LEGAMI, DELLA GRAVIDANZA, DELLE COCCOLE MATERNE E DEGLI ABBRACCI. Insomma della FEDELTA’

L’ipotesi, dunque, è che UNA VARIABILITÀ NEI GENI CHE REGOLANO I DUE CIRCUITI POSSA PREDISPORRE A COMPORTAMENTI SESSUALI DIFFERENTI. LA STABILITÀ DI COPPIA O IL BISOGNO DI ESPLORARE.

Ricerche che provano a scavare in un’eventuale genetica del tradimento sono state condotte anche su coppie di gemelli identici, sia uomini sia donne, arrivando alla conclusione che condividere lo stesso DNA sembra predisporre a tassi di infedeltà molto simili. Genetica  che  starebbe  anche  alla  base  della        non-monogamia di molti grandi mammiferi laddove l’abitudine ad avere più partner potrebbe avere radici evolutive: il bisogno biologico di ‘disseminare’ il più possibile il proprio materiale genetico per perpetuarlo nel tempo di generazione in generazione.

Un ruolo importante lo avrebbe un gene di nome AVPR1a le cui combinazioni condizionerebbero il comportamento sessuale. La sua mutazione, dai dati raccolti, aumenterebbe la probabilità di tradire.

Ma sul concetto di infedeltà genetica gli specialisti rimangono cauti: se è vero che il solo approccio psicologico al tema dell’infedeltà potrebbe non essere più sufficiente, perché sfidato da nuovi dati scientifici che chiamano in causa fattori neurobiologici e genetici, per ora l’origine genetica del tradimento resta un’ipotesi ancora da verificare. Intanto esiste la difficoltà ad eseguire ampi studi statistici: non sono molte le persone disposte ad ammettere una relazione sessuale al di fuori della coppia. Poi è da tempo noto ai genetisti come i geni non funzionino senza l’ambiente. A determinare i comportamenti sessuali è un mix di fattori genetici ma anche biologici, culturali, storici, psicologici e religiosi.

Tra l’altro se accettassimo in toto l’ipotesi genetica del tradimento perché non arrivare ad ipotizzarne la sua ereditarietà: dello stile tale la madre (o il padre) tale la figlia…

Insomma, uomini e donne che siate, non fa differenza, se siete più o meno fedeli nei confronti del vostro partner potrebbe dipendere sia da fattori genetici che psicologici e culturali.

Insomma, mai come in questo campo, le cose non sono mai del tutto bianche o nere: vi sono almeno…  50 SFUMATURE DI GRIGIO” e queste notizie su DNA e dintorni non devono certamente divenire un alibi per fedifraghi seriali.

Attenti dunque a non usare la genetica come scusa, non sareste facilmente creduti!

 

L’AFORISMA (impegnativo…) DEL GIORNO:    “…Il Tradimento è una maschera che indossa chi non sa amare prima di tutto se stesso. Se ami non tradisci, se ami, hai il coraggio di dire a te stesso e a chi ti sta accanto che una storia è finita”.    Stephen Littleword, scrittore, vivente.

 

 

(Visitato 131 volte, 1 visite oggi)

Muore a 53 anni, lutto a Viareggio

Mitoraj grande protagonista a Pietrasanta – fotogallery