VIAREGGIO. “Sono stupito (o forse no) dalle parole della signora Maria Grazia Cascone, presidente di Lida: non ho mai contestato né sminuito l’attività di chi ha operato e opera al canile. Stupito perché leggo di argomenti che non sono stati oggetto di miei interventi”. Così Alessandro Santini, consigliere comunale di Forza Italia, replica alle critiche della presidente della sezione viareggina della Lega Italiana Diritti dell’Animale

“Vedo frasi fuori luogo, visto che ho già adottato due cani dal canile e che ho spesso sollecitato le adozioni. Sono stupito perché, con tutto rispetto della presidente di Lida, vorrei leggere le parole dell’assessore Sandra Mei alla quale ho presentato formale interrogazione come consigliere comunale e che, sono sicuro, non avrà difficoltà a rispondermi senza interposta persona.

“Magari, nell’occasione, accennando anche ai suoi eventuali rapporti con la signora Cascone”.

(Visitato 252 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessandro santini canile maria grazia cascone viareggio

ultimo aggiornamento: 24-07-2015


“Ancora incidenti e guasti ferroviari, la sinistra toscana è giunta al capolinea”

“La nomina di Veronesi al Pucciniano è incompatibile, revochiamola subito”