VERSILIA. In merito alla decisione dell’avvocato generale della Corte di giustizia Ue sulle concessioni demaniali Assobalneari Italia Federturismo Confindustria dichiara attraverso il suo Presidente Fabrizio Licordari seria preoccupazione per quanto concluso dall’ Avv. Generale della Suprema Corte relativamente al periodo della durata delle concessioni.

“Credo che mai come ora sia necessario che il Governo Italiano, che ha da poco nominato il nuovo Ministro per gli Affari Regionali On. Costa, si rechi a Bruxelles per negoziare con la Commissione europea un periodo transitorio non inferiore ai trent’anni come avvenuto in Spagna e Portogallo per tutelare il lavoro degli addetti delle 30.000 imprease balneari italiane.
Crediamo fermamente, prosegue il Presidente di Assobalneari Fabrizio Licordari, che questo debba essere deciso a livello politico e non invece in un’ aula di un tribunale. Mi chiedo altrimenti a che cosa serva una nostra rappresentatività parlamentare europea se non si riesce a fare pesare a livello politico la tutela di un così importante patrimonio economico quale il turismo balneare italiano.
Assobalneari Italia, conclude Licordari, è pronta a sostenere qualsiasi azione che vada a difesa di questo importante settore produttivo”.

(Visitato 113 volte, 1 visite oggi)
TAG:
assobalneari balneari concessioni federturismo Unione Europea

ultimo aggiornamento: 25-02-2016


Balneari, l’UE verso la bocciatura della proroga per le concessioni

Balneari. Guardi: “Serve una legge sulle spiagge”