VIAREGGIO. “Leggiamo le dichiarazioni della senatrice del Pd Granaiola, abbastanza ricorrenti, in cui si dice preoccupata della sorte dell’ambulatorio diabetologico pediatrico del Versilia. Non solo, nutre timori sull’assetto della medicina territoriale; vuole trasparenza, condivisione: ha timore che la riforma e la riorganizzazione passino sulla testa della gente”. Lo scrive la Federazione del Partito dei Comunisti Italiani di Lucca e Versilia.

“Fa bene a preoccuparsi la senatrice: anche noi siamo molto preoccupati e soprattutto lo sono i cittadini in genere. Quello che forse non ha capito è che è il suo stesso partito, attraverso i tagli del Governo e la ‘riorganizzazione’ del presidente Enrico Rossi, ad aver originato tutta questa serie di problemi. Riteniamo puerile, a livello locale, fare demagogia ed opposizione quando poi a Roma in Parlamento si vota tutto senza fiatare.

“Quello che si fa finta di non capire è che non è qualche servizio in particolare che va salvaguardato: è in gioco il futuro e la tenuta della sanità pubblica nel suo insieme a tutto vantaggio dei privati.

“Se i parlamentari e gli amministratori locali, i sindacati e tutti i soggetti che hanno a cuore i problemi del servizio sanitario vogliono discutere seriamente del problema siamo, come sempre, disponibili. Un po’ meno se si vuol fare demagogia e propaganda”.

(Visitato 78 volte, 1 visite oggi)
TAG:
manuela granaiola partito dei comunisti italiani sanità versilia

ultimo aggiornamento: 01-04-2016


Nervi sempre più tesi tra Camaiore e Viareggio

“A Viareggio non possiamo più accogliere migranti”