VIAREGGIO. La senatrice Manuela Granaiola si difende dagli attacchi ricevuti dalla segreteria del PD (leggi qui) “Anche se lo considero una perdita di tempo cercherò di rispondere brevemente all’ennesimo attacco del PD Viareggino. Non spetta sicuramente a me giudicare il mio operato. Quello che è certo che le mie scelte, delle quali mi sono sempre assunta tutte le responsabilità, le ho fatte in coscienza, cercando di fare il bene del mio territorio e senza dedicare troppa attenzione o subire diktat da un partito da troppo tempo sbriciolato e l’un contro l’altro armato come quello di Viareggio.

Di sicuro la scelta sulla quale non ho ripensamenti è stata quella di contribuire ad eleggere un sindaco che si dimostra competente e determinato, unico – nella situazione data – in grado di sciogliere quei nodi e quei pessimi grovigli che hanno condotto la città al dissesto finanziario.

Sul tema della sanità versiliese ci tengo a precisare di non aver mai “attaccato” bensì “sollecitato” tutti i sindaci della Versilia a fare quadrato per la difesa del nostro sistema sanitario ed in particolare di quello territoriale. Per quanto riguarda Viareggio so bene che uscire da un fallimento storico sia un percorso difficile e per molti aspetti doloroso; ma l’importante è farlo abbandonando per sempre tutte quelle complicità trasversali che da sempre hanno soffocato lo sviluppo della nostra città. Purtroppo durante il mio mandato sono stata più volte ostacolata da un partito che ieri ha negato quelle primarie che a Viareggio avrebbero potuto dar vita ad uno scenario politico ed amministrativo assai diverso ed oggi presenta alla Camera un disegno di legge per renderle obbligatorie dichiarando che “chi non vuole le primarie è fuori dal PD”. Bipolarismo o opportunismo?”

(Visitato 137 volte, 1 visite oggi)
TAG:
granaiola manuela granaiola pd politica viareggio

ultimo aggiornamento: 03-04-2016


“Granaiola, cos’hai fatto di utile per la Versilia?”

Viareggio Patrimonio, il PD: “Gestione Incauta”