Un intervento importante, finalizzato alla mitigazione del rischio idrogeologico e alla messa in sicurezza della strada collinare in località Metati Rossi, zona di collegamento con il vicino Comune di Pietrasanta. Un intervento approvato e cofinanziato dalla Regione Toscana che permetterà di ricostituire la viabilità e realizzare il consolidamento di tutto il versante fortemente colpito dall’evento di pioggia eccezionale verificatosi nel 2014.

«Il progetto preliminare approvato in linea tecnica dalla Giunta del Comune di Montignoso nell’aprile del 2014 – spiega Andrea Pietro Gabrielli, Assessore ai Lavori pubblici e alla Prevenzione del dissesto idrogeologico – prevedeva un importo complessivo di 2 milioni di euro, di cui 450mila euro relativi al primo lotto funzionale, quello che oggi stiamo portando avanti con soddisfazione».

L’amministrazione di Montignoso ha ottenuto l’approvazione del progetto dalla Regione Toscana, con atto di giunta regionale del maggio 2016, infatti il primo stralcio dei lavori risulta inserito nel Documento operativo difesa suolo, finanziato per 405mila euro dalla regione e a carico del Comune per i restanti 45mila euro.

«Un risultato importante – continua Gabrielli – determinato dalla continuità con la scorsa amministrazione, dal lavoro costante e continuo degli uffici e della giunta che permetterà non solo di superare tutte le difficoltà dei cittadini colpiti da questo evento, ma anche di mettere in sicurezza un versante attraverso una serie di interventi di ripulitura, ingegneria naturalistica e ripristino del tratto stradale».

I lavori, aggiudicati lo scorso 30 settembre 2016 dovrebbero terminare entro marzo 2017 e prevedono tutta una serie di interventi di messa in sicurezza dell’area: dall’asportazione della vegetazione spontanea e il trasporto in discarica, alla realizzazione di una palizzata sotto strada lunga di 40 metri e infissi per 16 metri, infine il ripristino della nuova sede stradale allargata rispetto all’attuale e il consolidamento del versante su cui scorrerà l’acqua piovana. La portata della pioggia secondo le analisi effettuate dai tecnici del Comune aveva infatti determinato una sorta di ruscellamento incontrollato delle acque, creando una forte azione di erosione e un “cedimento traslativo” del terreno, un movimento del piano verso valle, di circa due metri.

(Visitato 84 volte, 1 visite oggi)
TAG:
finanziamenti lavori pubblici Regione Toscana

ultimo aggiornamento: 30-12-2016


Young Business Talents, 52 ragazzi toscani per la quarta edizione

Aumentano i costi per il controllo degli impianti termici