Successo di partecipazione per l’inaugurazione della mostra intitolata “LA PIETRA VIVE, Scultura nei paesi del fiume” curata dal professor Giuseppe Cordoni. Protagonisti saranno i giovani dell’Accademia delle Belle Arti di Carrara provenienti da diverse parti del mondo con circa 20/25 opere: alcuni di questi ragazzi sono i finalisti del Forum Internazionale di Scultura dell’Unesco organizzato a Carrara. La mostra “La pietra Vive” è il primo passo di questo percorso di valorizzazione dei rapporti con l’Accademia della Belle Arti di Carrara perché all’11 Settembre a 17 Settembre invece, sarà organizzato il “Primo Simposio internazionale di Scultura a Stazzema” che avrà come sottotitolo il nome della mostra, a cui parteciperanno i 5 allievi finalisti del Forum Internazionale di Scultura dell’Unesco. La mostra è un importante promozione per i materiali del territorio apuo-versiliese che trovano nella scultura artistica la sublimazione. Presente il Direttore dell’Accademia della Belle Arti di Carrara prof. Luciano Massari ed i docenti che hanno curato l’allestimento assieme al prof. Giuseppe Cordoni. Presenti anche i giovani artisti dell’Accademia provenienti da diversi paesi del mondo, Italia, Russia, Cina e Turchia per un totale di 25 pezzi che resteranno in mostra a Cardoso presso il Palazzo della Cultura sino al 24 settembre.

Con questa mostra proseguono le collaborazioni con l’Accademia delle Belle Arti di Carrara”, commenta il Sindaco Maurizio Verona, che ha inaugurato la mostra assieme al Direttore dell’Accademia, “ed anzi rilanceremo questa collaborazione nei prossimi mesi e nei prossimi anni per renderla strutturale. La pietra ha vita nelle opere d’arte e trova la sua sublimazione in essa. Molti dei materiali con cui sono state realizzate le opere sono materiali del nostro territorio e dunque, è una mostra che valorizza non solo la professionalità di questi studenti che possiamo già definire artisti, ma anche i materiali che si scavano nelle nostre montagne fornendo un esempio di valorizzazione del prodotto nella filiera corta. Il prossimo appuntamento è con il simposio di scultura che si svolgerà dal 11 al 17 settembre sempre a Cardoso che ci porterà in contatto con una realtà come quella di Fanano nel Modenese, dove ci è una tradizione consolidata di utilizzo dei materiali locali per la lavorazione artistica delle pietre con una ricaduta nel territorio. Nel 2018 ricorderemo con una grande iniziativa l’arrivo 500 anni fa di Michelangelo in questi territori, la cui presenza stravolse radicalmente l’economia della Versilia del fiume”.

(Visitato 70 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Arte inaugurazione la pietra vive mostra

ultimo aggiornamento: 31-08-2017


“Un profilo per due”, la commedia sull’amore e l’amicizia al tempo dei social presto al cinema

Ultimo weekend d’estate a La Capannina e già si pensa al futuro.