Una grande serata per celebrare degnamente i 70 anni del Premio Letterario Massarosa e decretare il vincitore della XXXI edizione.

“Sabato 14 ottobre alle ore 21,15 presso il Teatro Vittoria Manzoni di Massarosa-spiega la consigliera delegata alla cultura Linda Frati- una serata spettacolo nella quale troveranno spazio libri, parole e musica e in cui verranno assegnati il premio alla migliore opera prima di narrativa edita, scelta tra le cinque opere selezionate dalla giuria tecnica e il premio alla miglior grafica di copertina, tra tutte le opere pervenute”

Sarà inoltre assegnato dalla sola giuria tecnica, composta dal presidente Giuliano Pasini, vincitore dell’edizione 2012, da Stefano Santini,Valentina D’Urbano a cui quest’anno si sono aggiunti Elena Francesconi e Paolo Casadio, vincitore dell’edizione 2016, un premio a quello che i giurati tecnici avranno ritenuto essere il miglior libro tra i cinque in gara.

La serata, che si svolgerà con la consueta e tradizionale formula divenuta ormai marchio inconfondibile per il Premio Letterario Massarosa, sarà condotta da Claudio Sottili che intervisterà i cinque autori finalisti e sarà intervallata da brani musicali eseguiti dal duo composto da Michela Lombardi/voce e Andrea Garibardi/tastiera, da piccole rappresentazioni teatrali delle opere in concorso messe in scena dagli attori della Compagnia Coquelìcot teatro, preceduti dalla lettura della sinossi dei libri da parte dell’attrice Patrizia Lazzarini.

Ai 40 giudici popolari, spetterà, in diretta il compito di decretare il vincitore della XXXI edizione del premio che quest’anno vede in gara:

Valerio Callieri Teorema dell’incompletezza, (Feltrinelli)

Marco Consentino, Domenico Dodaro e Luigi Panella I fantasmi dell’impero (Sellerio)

Anna Giurickovic Dato La figlia femmina ( Fazi Editore)

Flavia Perina Le Lupe (Baldini e Castoldi)

Marta Zura-Puntaroni Grande era onirica (Minimum fax)

Il premio migliore grafica di copertina sarà invece assegnato dai componenti la giuria tecnica integrata dagli esperti Emiro Albiani, Paolo Antognoli e Giuseppe Cordoni.

Quest’anno, in occasione del 70° anniversario della nascita del Premio Letterario Massarosa, l’amministrazione comunale si è avvalsa della collaborazione di un Comitato Promotore, che ha organizzato e seguito eventi collaterali destinati ad accrescere la conoscenza del Premio, sancendo inoltre anche una preziosa collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano, grazie alla quale verrà istituito, a partire dal 2018, il premio “Massarosa, l’opera di domani” riservato a giovani poeti librettisti autori di un’opera originale.

(Visitato 45 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento