Le tavole imbandite si trasformano in opere d’arte da esporre in una grande mostra a Palazzo Ducale. Questo il progetto che Confesercenti Toscana Nord, in collaborazione con la Camera di Commercio, la Provincia e Vetrina Toscana, lanciano con la quarta edizione di “Immaginar di tavole imbandite”. I ristoranti lucchesi ospiteranno in occasione di serate  speciali, diversi autori che si confronteranno sull’arte di allestire una tavola. Le serate si svolgeranno nel mese di gennaio 2018 e culmineranno con una mostra a Palazzo Ducale di tutti i tavoli imbanditi. “In questi giorni stiamo raccogliendo le adesioni dei ristoranti – spiega la responsabile Confesercenti Lucca, Valentina Cesaretti – in modo da organizzare un calendario-itinerario di appuntamenti. Sotto la direzione artistica di Mauro Lovi, che ha curato anche il progetto, saranno proposte singole serate saranno dedicate all’artista che realizzerà poi il tavolo abbinato al ristorante, tavolo che sarà esposto poi in mostra. Durante la serata saranno esposti i lavori degli autori e sarà offerta una degustazione del piatto della ricetta che hanno scelto per il catalogo. Questa parte si conclude entro la metà dicembre. La mostra allestita a Palazzo Ducale si inaugurerà invece il 15 gennaio 2018 – prosegue Cesaretti -. La mostra prevede gli allestimenti (apparecchiatura) di 14 tavoli realizzati da altrettanti autori abbinati ai ristoranti della provincia di Lucca; tutto racchiuso anche in un catalogo. Saranno esposti poi alcuni tavoli storici dalle precedenti edizioni di “Immaginar di tavole imbandite” che si sono tenute a Palazzo Boccella a San. Gennaro, a Villa Bertelli Forte dei Marmi, al Palazzo Mediceo di Seravezza nel 2016. In apertura o conclusione sarà realizzato uno show- coocking con degustazioni delle ricette scelte dai ristoranti partecipanti”. La conclusione della responsabile Confesercenti Lucca: “Obiettivo di questa iniziativa è quello di unire diverse eccellenze del nostro territorio e presentarle al grande pubblico. Lavorare sull’arte dell’allestimento della tavola e la promozione di questa arte con i ristoranti è secondo noi fondamentale per i nostri imprenditori. Imprenditori che possono sperimentare nuove forme e materiali come scenario di possibili letture della tavola, come supporto e percorso della sequenza di gusti suggerito da artisti e progettisti. Infine coinvolgere le aziende del settore nella produzione di oggetti per la tavola secondo il progetto dell’autore. Tutto ovviamente nel nome della cucina di qualità dei nostri ristoratori”.

(Visitato 356 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Arte food ristoranti tavola imbandita

ultimo aggiornamento: 15-11-2017


Violenza sulle donne, al via la campagna “Fiocco Bianco” in Provincia di Lucca

Al via il bando per i contributi dedicati al sostegno delle attività private