foto Dennis Dalle Mura

Collocata una fototrappola sulla via di Gallena per colpire l’abbandono indiscriminato di rifiuti da parte di tanti che provenienti da alti comuni vengono a gettare nel territorio di Stazzema. Il fenomeno non si ferma e presto si conta di poter colpire in modo esemplare i trasgressori già individuati in altre zone, che saranno chiamati a rispondere delle proprie infrazioni alle regole della raccolta. Negli ultimi mesi il Comune di Stazzema ha investito molto nella video sorveglianza per colpire il fenomeno di abbandono di ingombranti che riguarda in particolare cittadini non residenti che arrivano nel territorio di Stazzema, nella convinzione di un minor controllo dello stesso. Nei giorni scorsi alcuni cittadini di Gallena avevano segnalato all’Amministrazione il fenomeno chiedendo l’installazione di un sistema di controllo del fenomeno per evitare la deturpazione del proprio borgo e i pericoli per l’ambiente derivanti dall’abbandono.

Le telecamere stanno facendo a pieno il loro lavoro in altre parti del territorio e dispiace dover constatare che vi è bisogno di incrementare la video sorveglianza per colpire questi furbetti dei rifiuti”, commenta il Presidente del Consiglio, delegato all’ambiente Alessio Tovani, “quindi, abbiamo deciso di installare questo ulteriore strumento di controllo sulla via di Gallena per colpire questi delinquenti che fanno lievitare i costi del servizio per i cittadini onesti che smaltiscono i rifiuti in maniera corretta. Ringraziamo i cittadini di Gallena che sono stati i primi a denunciare il fenomeno e a chiedere un maggior controllo per amore del loro borgo, avendo capito che ad essere danneggiati sono soprattutto i cittadini onesti che si impegnano per tenere pulito. Ciò significa che i cittadini hanno condiviso lo spirito del progetto di raccolta che stiamo portando avanti. Per quanto attiene i trasgressori ci sarà massima intransigenza nel punire chi abbandona al di fuori delle aree preposte i rifiuti, anche perché contattando il gestore del servizio si può smaltire i rifiuti in maniera gratuita anche quando si tratta di ingombranti”.

(Visitato 916 volte, 1 visite oggi)