Fare sesso protegge dal cancro! La notizia sembra una di quelle ascoltano “sotto l’ombrellone”, ma invece è vera e supportata da autorevolissimi studiosi:

Sesso contro Cancro: 1 – 0

In verità ci riferiamo allo specifico Tumore alla prostata laddove parrebbe che eiaculazioni frequenti possono allontanarne il rischio.

Una notizia non da poco visto che l’adenocarcinoma prostatico (questa è la corretta definizione scientifica) è la neoplasia più frequente tra gli uomini rappresentando quasi il 20% di tutti i tumori maschili (uno su 5!)

 La particolare notizia sull’effetto protettivo della attività sessuale è recentemente apparsa sulla prestigiosa rivista medica internazionale «European Urology». La ricerca, condotta da sei ricercatori della notissima Università di Harvard, ha evidenziato l’effetto benefico dell’eiaculazione, ovvero l’emissione di liquido seminale, nella prevenzione del carcinoma della prostata.

Un messaggio analogo era già venuto in precedenza da una imponente Review retrospettiva americana che aveva riesaminato la storia degli ultimi 18 anni di ben 32.000 uomini di circa 60 anni di età media. In questo lungo periodo di tempo esaminato circa 4000 (mica pochi eh!?) maschietti si erano, purtroppo, ammalati, di un tumore alla prostata, rivelatosi poi letale in 384 casi.  Facendo compilare un questionario, in cui veniva annotata la frequenza media mensile delle eiaculazioni, gli studiosi americani hanno potuto determinare come il rischio di ammalarsi di cancro alla prostata risultasse più basso del 20% tra gli uomini eiaculavano con «alta frequenza» (21 volte al mese…). E che comunque anche con minor frequenza si aveva una certa riduzione della comparsa del cancro.

Perché fare sesso mantiene in salute la Prostata

Ma perché fare sesso con regolarità promuoverebbe la salute della nostra mitica ghiandola dell’apparato genitale maschile?

Una spiegazione del fenomeno sarebbe da ricercarsi nella possibilità che frequenti eiaculazioni portino ad una di munizione della concentrazione di sostanze potenzialmente dannose e cancerogene presenti nel liquido prostatico. Al contrario, l’astinenza prolungata sarebbe responsabile del «ristagno» delle secrezioni nell’organo: da qui un rischio più alto di infezioni, considerate un terreno fertile nella genesi  della neoplasia.

Naturalmente è sempre bene ricordare come tali notizie abbiano un significato prevalentemente statistico e non di certezza assoluta medica.

Ecco perché, nella pratica, restano sempre valide le note raccomandazioni per mantenere la prostata in buona salute con un adeguato stile di vita: evitare fumo e abuso di alcool, limitare il consumo di alimenti ricchi di grassi saturi ed eccessivamente speziati, bere almeno due litri di acqua al giorno e ritagliarsi il tempo per una certa attività fisica (almeno un paio di volte alla settimana). Perché, mai come in questi casi, prevenire è davvero meglio che curare.

Un’ultima precisazione: nel titolo parlavamo di sesso. Ma in realtà avete capito che si parlava specificatamente di eiaculazione.

Pertanto cari maschietti, non proviamo a utilizzar questa notizia con le nostre partner… potremmo sentirci dir di… far da soli!

Meglio provar a sedurle con una rosa che non con una ricetta o Ricerca medica.

L’aforisma (saggio e veritiero) del giorno:  “La differenza tra l’amore e il sesso è che il sesso allevia le tensioni e l’amore le provoca” (Woody Allen)

Il DR. Luca Lunardini è Medico-Chirurgo, Specialista Urologo con incarico di Alta Specializzazione in Andrologia, è dirigente medico presso la Unità Operativa di Urologia della A.S.L. 12 Versilia.

Membro della società italiana degli Urologi Ospedalieri e della Società Italana di Andrologia, ha fatto parte della Commissione Oncologica Nazionale del Ministero della Salute ed è stato Presidente della Sezione Provinciale di Lucca della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

Il Dr. Lunardini è contattabile per qualsivoglia approfondimento via email al seguente indirizzi:[email protected]

(Visitato 977 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cancro alla prostata da uomo a uomo

ultimo aggiornamento: 12-08-2018


“Non sono un mercenario e non avrò difficoltà a dimostrarlo”: parla Andrea Palmeri

Capannori la città degli Ufo? Avvistato oggetto discoidale luminoso che proveniva da Viareggio e si dirigeva a Montecatini