Nulla osta del PM alla restituzione della salma di Alessandro alla famiglia: oggi la camera mortuaria - Cronaca Viareggio, Top news Versiliatoday.it

Nulla osta del PM alla restituzione della salma di Alessandro alla famiglia: oggi la camera mortuaria

La procura di Lucca indaga la conducente della Yaris per omicidio stradale

La salma di Alessandro Cecchi è stata restituita alla famiglia questa mattina, dopo il nulla osta del Pubblico Ministero di Lucca, dottoressa Sara Polino. La camera mortuaria sarà allestita da oggi pomeriggio nella abitazione in via Guerrazzi a Viareggio.

Alessandro, nipote della Fauzia,  la nonna che ha dato il nome alla famosa pasticceria della Passeggiata a Viareggio, e figlip di Gigi e Serena, è morto ieri pomeriggio alle 16.30, dopo un giorno dal tremendo impatto avvenuto in via Nicola Pisano all’angolo con via Volpi. Portato in codice rosso dal Pegaso a Cisanello, dopo un giorno di agonia, è deceduto a causa della estesa emerragia cranica ( LEGGI QUI: Viareggio è a lutto: Alessandro Cecchi non ce l’ha fatta).

Alessandro Cecchi era in sella al suo scooter e percorreva la via Nicola Pisano in direzione Torre del Lago quando è andato a sbattere contro la Toyota Yaris che proveniva dalla direzione opposta e che stava svoltando a sinistra in via Volpi.  Un botto tremendo, con il giovane pasticcere finito a terra esanime in una pozza di sangue, dopo aver sfondato il parabrezza ed essere volato oltre il tetto della macchina, sbattendo contro il cancello in ferro di una casa.

“Non l’ho visto”, ha dichiarato l’automobilista ai vigili urbani intervenuti sul posto per i rilievi. Intanto la Procura di Lucca ha cambiato il capo di imputazione per la conducente della Toyota Yaris, C.B., 38enne di Viareggio, da lesioni gravissime a omicidio stradale.

I funerali, per l’ultimo saluto ad Alessandro, sono fissati per lunedi alle 15.30 alla chiesa di Sant’Antonio. Fiori bianchi la richiesta della famiglia.

(Visitato 6.791 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 29-09-2018 12:30