La Raffaello Motto conclude la Serie A1 2018 di ginnastica ritmica con uno splendido podio. Terzo posto (assieme all’Armonia Chieti) per la società viareggina nella quarta ed ultima prova del campionato disputata sabato a Sansepolcro (in provincia di Arezzo), utile per piazzarsi al quarto posto nella classifica generale, ennesimo risultato di assoluto rilievo. 92,350 i punti ottenuti dalla Motto nell’epilogo della Serie A1, così ripartiti: Juna Campomagnani 12,550 (corpo libero), Francesca Pellegrini 15,600 (fune), Chiara Vignolini 16,750 (cerchio) e 16,350 (clavette), Katsjaryina Halkina 16,700 (nastro) e Sara Rocca 14,400 (palla), reduce dal secondo posto al Torneo Internazionale di Lubiana. “Un podio dal valore immenso, reso ancor più speciale dalla possibilità di condividerlo con chiunque faccia parte della nostra società, dallo staff tecnico a tutte le giovani atlete che hanno seguito e sostenuto la squadra. Immensi sono stati i sacrifici compiuti per raggiungere questo livello. Siamo una realtà sportiva in attesa di uno sponsor che si avvicini alla ginnastica, veicolo d’immagine e sani valori sociali”, il commento della direttrice tecnica Donatella Lazzeri e dell’allenatrice Francesca Cupisti. La Motto si colloca al quarto posto nella classifica generale di Serie A1 con 370,750 punti dietro a Fabriano (410,800), Udinese (396,600) e Armonia Chieti (383,650), garantendosi la partecipazione all’edizione 2019. Che quello della società viareggina sia un impegno a 360° lo certificano i 250 atleti del vivaio e l’attiva collaborazione con le scuole cittadine, in particolare la media Motto e l’Isi Piaggia, tramite la realizzazione di iniziative a carattere gratuito. Non solo: la campionessa bielorussa Katsjaryna Halkina venerdì e lunedì mattina è stata ospite del Liceo Sportivo Carlo Piaggia nell’ambito del progetto “Amici di Sport”, coordinato dai docenti Benedetta Antonini, Alessandra Paoli, Sergio Vettori e Andrea Nardi. Due lezioni dedicate allo sport, in lingua inglese, rivolte ai ragazzi di tutte le classi, l’occasione di confrontarsi con due diverse realtà della ginnastica ritmica: quella bielorussa, appunto, e quella italiana, rappresentata da Chiara Vignolini e Francesca Pellegrini.

(Visitato 184 volte, 4 visite oggi)