"Precari che cercano lavoro per altri precari: inaccettabile" - Cgil, Sindacati Versiliatoday.it

“Precari che cercano lavoro per altri precari: inaccettabile”

“Fin dal primo momento la Cgil Toscana ha considerato paradossale che siano i cosiddetti navigator, assunti a tempo determinato, precari insomma, ad individuare prima e a proporre poi percorsi di lavoro ad altri precari. Ed è anche per questo che saluta positivamente la decisione, annunciata oggi dal presidente Rossi, della Giunta Regionale, di ricorrere alla Corte costituzionale sul comma della legge di bilancio che blocca lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi pubblici, graduatorie che potrebbero e dovrebbero essere usate per le assunzioni dei navigator. Inaccettabile, per Cgil Toscana, anche la richiesta fatta dal governo alla Regioni di procedere all’assunzione non con pubblici regolari concorsi, ma attraverso selezioni a test. I centri per l’impiego sono da sempre centrali per l’avviamento al lavoro e per le politiche attive, e ora lo saranno per il reddito di cittadinanza, hanno bisogno di personale altamente qualificato e stabile. Ultimo non ultimo il governo è da censurare per le mancate disposizioni sul personale dell’Agenzia Nazionale delle Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) che ha alle sue dipendenze 654 precari, molti di loro da oltre dieci anni”.

Lo scrive Mirko Lami, segretario Cgil Toscana con delega al mercato del lavoro.

 

(Visitato 52 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 19-02-2019 16:58