Carnevale di Viareggio: ieri in Cittadella, con le premiazioni, è calato il sipario sull’edizione 2019.

Sul palco, oltre alla presidente della Fondazione, anche il sindaco Giorgio Del Ghingaro e il suo vice Valter Alberici.

Alle ore 16 l’inizio della cerimonia di premiazione con i vincitori dell’Estemporanea fotografica organizzata dal gruppo f-8 in occasione del Corso notturno. Menzione speciale per i Rioni Darsena, Vecchia Viareggio, Marco Polo e Torre del Lago Puccini per il loro impegno nella valorizzazione delle tradizioni popolari. Menzione anche per le strade cittadine più addobbate a festa durante il Carnevale: via Mazzini, via Guerrazzi e via Nicola Pisano i cui residenti sono stati invitati sul palco ed è stato consegnato loro uno speciale omaggio della Fondazione. Tra i riconoscimenti: il gruppo Carnevali d’Italia e l’agenzia di stampa internazionale Associated Press che ha seguito con particolare attenzione il Carnevale 2019.
Consegnati i premi di categoria ai tre vincitori delle maschere isolate: Andrea Giulio Ciaramitaro terzo classificato con “Il sonno della ragione genera mostri”; Matteo Raciti secondo classificato con “Bel Paese volo via” e Stefano Di Giusto vincitore con “Lampmedusa”. Premi anche per le mascherate in gruppo sul podio: Silvano Bianchi autore di “L’uomo ha inventato la bomba atomica, ma nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi” e Marzia Etna autrice di “Diamoci un taglio” terzi classificati a pari merito. A Michele Canova autore della mascherata “Wanyama” è stato consegnato il secondo premio e a Libero Maggini il primo premio per l’opera allegorica “Un cane andaluso”. In seconda categoria sono stati premiati i carri: “Moon dream” di Luca Bertozzi, terzo premio, “Prigioni” di Luciano Tomei secondo premio e il carro vincitore “Freedom” di Priscilla Borri e Antonino Croci.
Ogni costruzione premiata ha proposto le proprie coreografie con i figuranti sul palcoscenico con momenti di festa e spettacolo. Così anche per le costruzioni allegoriche di prima categoria: “Alta marea” di Roberto Vannucci, terzo premio, “Adelante” di Lebigre e Roger secondo premio e per “L’ultima Biancaneve” di Jacopo Allegrucci, primo premio del Carnevale di Viareggio 2019.
I figuranti in maschera hanno invaso il palco coinvolgendo il pubblico con le colonne sonore e le coreografie proposte durante i Corsi Mascherati. Il Premio speciale, intitolato a Brunello Romani, è stato consegnato a Umberto, Stefano e Michele Cinquini autori del carro “La Teoria del Kaos” per l’innovazione portata in Corso con la loro opera allegorica. A Massimo e Alessandro Breschi invece il Premio speciale Enrico Casani per il racconto teatrale del tema del bullismo attraverso il carro “Branco”. Due premi speciali sono stati assegnati dall’Accademia Kronos alle opere di Roberto Vannucci e Jacopo Allegrucci che hanno affrontato il tema dell’inquinamento e della dispersione di plastica in mare. Accademia Kronos, ente nazionale per la protezione della natura, da anni organizza un premio internazionale per l’ambiente, conosciuto prima come “Un Bosco per Kyoto” ed ora come “Io faccio la mia Parte”. Quest’anno, oltre al premio alla Nazione più virtuosa ecologicamente, Costa Rica, sono stati premiati i due artisti viareggini. A consegnare le bandiere simbolo di Kronos è stato il presidente Franco Floris.

Al termine della festa delle premiazioni, condotte da Daniele Maffei, speaker del Carnevale, la serata si è conclusa con la musica con il dj Andrea Paci e aperitivo finale al Bistrot della Cittadella.

 
(Visitato 305 volte, 1 visite oggi)