Aggredisce e picchia la convivente, arrestato dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia.
I Carabinieri della Stazione di Lido di Camaiore hanno arrestato B.L., classe ’98, di Firenze, già noto alle forze di polizia, resosi responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali gravi nei confronti della convivente.
Nella tarda mattinata di giovedì, infatti, i Carabinieri ricevevano la telefonata di un passante che riferiva di aver notato per strada un giovane che strattonava violentemente una ragazza.
Sul posto interveniva quindi una pattuglia dell’Arma che effettivamente riscontrava quanto segnalato dal passante, ovvero il ragazzo che afferrava gli indumenti della convivente, tirandola a sé. I militari a questo punto fermavano la coppia per accertare cosa stava succedendo e notavano che la ragazza, in lacrime, aveva dei vistosi lividi sul volto e riferiva di essere stata poco prima picchiata dal compagno e che non era la prima volta che subiva maltrattamenti simili ma che non aveva mai voluto presentare nessuna querela.
Dunque, il ragazzo veniva condotto in caserma mentre la ragazza veniva accompagnata al pronto soccorso dell’Ospedale Versilia ove le veniva riscontrata una frattura del setto nasale e veniva poi dimessa con una prognosi di 40 giorni.
A questo punto, in considerazione della gravità dei fatti, il ragazzo veniva dichiarato in stato di arresto e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, veniva sottoposto agli arresti domiciliari.
Ieri mattina, presso il Tribunale di Lucca, è stato convalidato l’arresto e sono stati disposti gli arresti domiciliari a casa dei genitori, a Firenze.
(Visitato 1.877 volte, 1 visite oggi)