I carabinieri della stazione di San Marcello Piteglio, hanno denunciato un’impiegata 44enne incensurata del luogo per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, rifiuto di indicare la propria identità e omessa custodia di animali.

Le denunce sono la conseguenza di quanto accaduto in un pomeriggio di fine aprile scorso  nel giardino pubblico di via della Rimembranza a San Marcello. Un labrador libero e privo di guinzaglio e museruola si è introdotto nell’area verde è ha assalito sbranandolo fino ad ucciderlo un cane di piccola taglia nonostante il proprietario si sia prodigato per difenderlo. Quest’ultimo,  un 54enne del luogo è stato anch’egli azzannato dal labrador che gli ha provocato lesioni addirittura sul volto per le quali è dovuto ricorrere alle cure del locale pronto soccorso. Le grida disperate del figlio del 54enne sono state udite da alcuni passanti che hanno avvisato i militari della vicina stazione i quali sono immediatamente intervenuti. La 44enne proprietaria  del grosso cane  all’arrivo dei militari si è allontanata a piedi rifiutando di farsi identificare e rifugiandosi nella sua abitazione dopo avere paventato conseguenze legali per gli stessi carabinieri se avessero “insistito” nella loro attività finalizzata a chiarire i fatti. La pericolosità del grosso cane è stata immediatamente segnalata  all’ASL che ha adottato i provvedimenti di competenza. I carabinieri dopo avere acquisito la querela della vittima del reato, sporta alcuni giorni dopo i fatti,  hanno concluso i loro accertamenti e deferito la 44enne per  tutti i reati ravvisati nella vicenda.

Pistoia. Un arresto per tentato furto in abitazione.

Aveva già forzato nove garage in via Macallè quando è stato sorpreso e arrestato da una pattuglia  del Norm di Pistoia. Si tratta di E.Q., pregiudicato 31enne del luogo di origini albanesi. Il giovane nella tarda serata di ieri era riuscito e scardinare  le serrature di nove garage alla ricerca  di qualche oggetto da rubare, ma  il rumore provocato mentre prendeva a spallate le porte d’accesso, aveva allarmato più di qualche condomino che ha chiamato il 112. Una pattuglia  del Norm lo ha sorpreso mentre usciva dalla nona autorimessa e il 31enne, vista la mala parata, ha tentato inutilmente di nascondersi dietro una siepe per sfuggire all’arresto. Dopo gli accertamenti di rito presso il comando di viale Italia è stato condotto alla casa circondariale  di Pistoia.

(Visitato 9.930 volte, 16 visite oggi)