Sanità al collasso, mancano infermieri e oss: Rifondazione Comunista al fianco dei lavoratori - Politica Versiliatoday.it

Sanità al collasso, mancano infermieri e oss: Rifondazione Comunista al fianco dei lavoratori

La Segreteria di Rifondazione comunista si schiera al fianco dei Lavoratori della Sanità Pubblica . A fianco di Infermieri, Medici, OSS , Tecnici, ecc… di tutte quelle figure che quotidianamente, mettono in campo tutte le loro competenze colmando tutte le lacune di una Riforma Sanitaria Toscana che stà producendo disastri in tutti i territori.

“E’ di ieri la notizia che gli Ospedali della Toscana sono al collasso per la carenza di personale . Mancano 2260 tra infermieri personale medico ed Oss . Tutto questo riteniamo che non derivi soltanto da scelte politiche a livello Nazionale ed Europeo , che pure hanno minato il sistema , ma anche da scelte di una politica Regionale figlia di queste logiche e cioè le logiche della PRIVATIZZAZIONE.
Da una Governo Regionale che si dice di Sinistra ci saremmo aspettati altre scelte ed invece abbiamo dovuto assistere impotenti ad una linea che andava nella direzione opposta quella come detto di logiche Europeiste e cioè del taglio del Pubblico a favore del Privato !
Dalla Legge Regionale n. 1235 del 2015 alla Legge n. 84/2015 da NOI fortemente contrastate . La Prima che procedeva a tagli di posti letto anche quando per la toscana erano previsto solo per le cure primarie ed Invece Rossi con un machete in mano Tagliava posti letto ovunque scendendo sotto il parametro di 3,5 posti letto per mille abitanti senza battere ciglio .
La seconda da noi contrastata financhè ad arrivare a sostenere un Referendum abrogativo e con 55. 600 Toscani che avrebbero voluto esercitare un loro diritto, quello di scegliere un modello di Assistenza nella loro Regione . Ma la Regione Toscana non brilla certo per democrazia e le firme di tantissimi cittadini furono cestinate al fine di evitare un REFERENDUM che non avrebbe certo portato fortuna al Governatore Rossi ed i suoi spalleggiatori.
Ricordiamolo che la Legge n. 84 di Riforma del Servizio Sanitario Toscano accorpava le ASL in TRE grandi Mega ASL penalizzando i territori , Centralizzando parte dell’assistenza , togliendo potere ai singoli Sindaci che potevano avanzare dubbi ed indirizzare le linee Sanitarie . Di fatto annacquando tutto in un accentramento dove il potere viene esercitato solo da alcuni !
Legge n. 84 prevedeva tagli strutturali di personale ed oggi la Regione si straccia le vesti per la Carenza dei professionisti, dando la colpa ai tagli, al Governo, agli alieni, agli elfi del bosco !!!
Non una parola pero’ sulla creazione di Enti ritenuti Inutili perfino dalla Corte dei conti Regionale ai fini della spesa Pubblica quali ESTAR e Societa’ della Salute volute solo e soltanto come Punti di comando legati a filo stretto al governo Regionale e che non hanno portato un beneficio che uno ai cittadini Toscani , ma hanno avuto il merito di triplicare i costi di gestione di APPARATI che nulla hanno a che vedere con l’economicità tanto sbandierata dal nostro GOVERNATORE.
E’ l’ora di finirla. Come Rifondazione Comunista non ci stiamo ed appoggeremo tutte le rivendicazioni messe in atto dai Lavoratori. Daremo sostegno al Sindacato Indipendente FIALS ed al suo sciopero partecipando parte attiva alle manifestazioni e/o eventi che verranno organizzati e raccogliendo le loro istanze che verranno portate a livello Regionale e Nazionale al fine di tradurle in proposte concrete per una DIFESA ATTIVA DELLA SANITA’ PUBBLICA”.

Aggiornato il: 12-07-2019 15:05