Vedono la Polizia e cercano di dileguarsi, presi e denunciati

Nella giornata di ieri il personale della Squadra Volante del Commissariato di Polizia di Viareggio ha denunciato in stato di libertà due cittadini marocchini per il reato di ricettazione in concorso.

Nella mattina di ieri, infatti, durante il servizio di controllo del territorio volto alla prevenzione e repressione dei reati, il personale di pattuglia notava due uomini di etnia magrebina transitare nei pressi di piazza D’Azeglio a Viareggio. L’attenzione degli agenti veniva subito attirata dal fatto che, alla vista dell’auto della polizia, i due tentavano di allontanarsi e far perdere le proprie tracce.

Fermati e sottoposti a controllo, i sospetti degli agenti trovavano conferma in quanto i due stavano trasportando una bicicletta di cui non riuscivano a giustificare il possesso e, dunque, probabilmente rubata.

A questo punto i due uomini, entrambi di nazionalità marocchina e di giovane età, venivano condotti in ufficio per ulteriori accertamenti e, a seguito di perquisizione, nello zaino di uno dei due venivano rinvenuti altri oggetti, segnatamente: un telefono cellulare e un portafoglio contenente alcuni documenti, il cui furto era stato denunciato il giorno prima da un turista negli uffici del Commissariato.

Sono emersi, inoltre, numerosi precedenti a carico dei due per reati contro il patrimonio ed inerenti gli stupefacenti.

Per tali motivi, dopo essere stati fotosegnalati da personale della polizia scientifica, i due sono stati denunciati a piede libero per il reato di ricettazione e muniti di foglio di via con divieto di ritorno dal Comune di Viareggio per anni tre.

Sono state avviate, altresì, da parte dell’ufficio immigrazione le procedure per l’allontanamento dei due uomini dal territorio nazionale.

Gli oggetti rubati sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 09-08-2019 12:41