Aggredisce la moglie incinta davanti ai figli, operaio marocchino in carcere a Lucca - Cronaca di Lucca, Top news Versiliatoday.it

Aggredisce la moglie incinta davanti ai figli, operaio marocchino in carcere a Lucca

Un operaio marocchino di anni 45, residente con il proprio nucleo familiare nel Comune di Capannori, è stato arrestato dai Carabinieri per il reato di maltrattamenti verso i familiari, nello specifico nei confronti della moglie, connazionale, 33/enne convivente, e dei figli minori. Una situazione che andava avanti da tempo, degenerata nel pomeriggio di ieri, quando di rientro a casa dal lavoro, in stato di ubriachezza, l’uomo, senza particolare motivo, ha iniziato dapprima a inveire contro la figlia più grande, di anni 14. Successivamente ha sfogato la sua ira nei confronti della moglie, tra l’altro al quarto mese di gravidanza, passando in breve tempo dalle parole ai fatti e arrivando a scaraventarle contro la schiena una bicicletta. I 4 figli, di età compresa tra 14 e 4 anni, riuscivano a fuggire trovando riparo presso l’abitazione di un vicino di casa, il quale preoccupato per quanto stava accadendo decideva di chiedere l’intervento dei Carabinieri. Non senza difficoltà il 45enne veniva contenuto e bloccato dai militari, alla presenza dei quali continuava a proferire minacce all’indirizzo della moglie e dei figli.

La donna, soccorsa e trasportata presso l’ospedale di Lucca, veniva riscontrata affetta da una sospetta frattura alla colonna cervicale e da varie contusioni su tutto il corpo, giudicata guaribile in 30 giorni s.c. e collocata unitamente ai figli in una casa famiglia.

L’uomo, a seguito dell’arresto, è stato associato presso la casa circondariale di Lucca.

 

Aggiornato il: 28-08-2019 11:50