Nuovo blitz antidroga dei Carabinieri a Viareggio, arrestate tre persone per spaccio - Cronaca Viareggio, Top news Versiliatoday.it

Nuovo blitz antidroga dei Carabinieri a Viareggio, arrestate tre persone per spaccio

Nuovo blitz antidroga dei Carabinieri a Viareggio, arrestate tre persone per spaccio.
Lo scorso weekend, i Carabinieri della Compagnia di Viareggio hanno eseguito uno specifico servizio antidroga sul territorio di competenza, in particolare nei pressi dei luoghi maggiormente frequentati e punto di ritrovo di giovani.
Nello specifico, i militari dell’Arma hanno concentrato l’attenzione nei pressi di un’abitazione, nella zona di Montramito, in cui, ultimamente, erano stati notati alcuni movimenti sospetti, in particolare uno strano via vai di persone.
I militari della Sezione Operativa hanno dunque effettuato un servizio di osservazione vicino all’abitazione e, effettivamente, i sospetti si sono rivelati subito fondati.
I Carabinieri hanno notato due persone che entravano nell’abitazione per poi riuscire dopo pochi minuti, dunque, le hanno fermato per un controllo.
I soggetti, apparsi subito nervosi, sono stati sottoposti a perquisizione personale e sono stati trovati in possesso di due dosi di eroina appena acquistata all’interno dell’appartamento.
A questo punto, i Carabinieri hanno fanno scattare il blitz e hanno fatto irruzione all’interno dell’immobile in cui hanno arrestato tre persone: Mejeri Meher, 33enne, tunisino, già noto alle forze di polizia, Mugnaini Sacha, classe ’79, di Viareggio e Croitoru Elena, romena, classe ’79.
I tre, che alla vista dei militari dell’Arma hanno tentato di disfarsi della droga gettandola nel water,  sono stati sottoposti a perquisizione all’interno dell’abitazione e sono stati trovati in possesso di ulteriori quattro dosi di eroina ed una di cocaina, di oltre 300 euro in banconote di vario taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio, di un bilancino di precisione ed alcuni materiali per il confezionamento dello stupefacente.
Accertati i fatti, i Carabinieri hanno condotto in caserma i tre soggetti e li hanno dichiarati in arresto per il reato di spaccio di sostanza stupefacente in concorso.
Al termine delle formalità di rito, i tre sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida presso il Tribunale di Lucca che si è svolta lunedì mattina e si è conclusa con la richiesta dei termini a difesa e la sottoposizione alla misura cautelare degli arresti domiciliari per il tunisino e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, due volte al giorno, per gli altri due indagati.
(Visitato 3.059 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 24-09-2019 10:18