Coluccini all'atto finale di un anno di distruzione per Massarosa - Politica Massarosa, Top news Versiliatoday.it

Coluccini all’atto finale di un anno di distruzione per Massarosa

Coluccini è da solo anche in conferenza stampa, ripete le solite cose ossessive ripetute all’infinito, sempre fermo alla decisione assurda del dissesto, decisione di cui adesso raccoglie i frutti avvelenati.

Così gli esponenti della minoranza di Massarosa partono all’attacco del Sindaco Coluccini.
Perché quello che ha presentato è un bilancio terribile, che distrugge Massarosa e arreca un colpo alle famiglie e alle imprese, ed è la conseguenza della decisione di questa amministrazione di spingere il comune verso il dissesto: un comune che rinuncia del tutto a entrate che quadrano il bilancio di tutti i comuni, per forza taglia i servizi essenziali.
Ma non c’è solo il dissesto.

Questo bilancio è anche figlio di un anno di assoluto immobilismo su tutti i fronti.

Continue occasioni perse, problemi che marciscono e clamorosi inadempimenti, certificati negli stessi documenti di bilancio – continuano gli esponenti di Centro Sinistra. Inadempimenti che configurano, questi sì, possibili danni erariali per milioni. Occasioni offerte dal governo a tutti i comuni per l’emergenza e che
Coluccini ha perso perché per incapacità porta troppo tardi il bilancio stabilmente riequilibrato in approvazione, tuona l’opposizione.

Il comune non si è avvalso della possibilità di utilizzare gli aiuti dei decreti “Cura Italia” e “Rilancio”

Tra le cose che Coluccini non è stato capace di fare c’è che il comune non ha chiesto il mutuo liquidità con cui si potevano pagare le fatture congelate dell’O.S.L.: almeno 3 milioni, la scadenza era il 7 luglio.

Inoltre il comune ha lasciato passare il termine del 27 maggio per lo
slittamento delle rate dei mutui,
che ci avrebbero liberato risorse sul 2020 per 1,1 milioni.

In ultimo il comune non ha rinegoziato i mutui, operazione che poteva valere circa 300.000 euro, ogni anno.

I consiglieri non sono stati messi in condizione di fare emendamenti

Chi di dovere valuterà questi comportamenti assurdi e distruttivi.
Ha un bel coraggio il Sindaco a denunciare il fatto che in commissione bilancio non abbiamo presentato nessun emendamento, perché non solo ha portato il bilancio in consiglio all’ultimo tuffo, Coluccini ci ha negato ripetutamente di poter disporre dei capitoli di bilancio sui quali formulare le nostre proposte, capitoli chiesti anche con PEC, continuando a negare le copie di quei documenti anche alla presenza dei carabinieri che qualche consigliere esasperato aveva chiamato in soccorso.

Presenteremo in consiglio una proposta organica

Segnaleremo quanto successo a chi di dovere, le opposizioni presenteranno comunque in consiglio comunale una proposta organica alternativa che varrà anche da promemoria per il commissario che dovrà venire.
Perché adesso è tempo davvero di chiudere un’esperienza amministrativa drammatica che lascia macerie morali e materiali. Un’esperienza di cui fino in fondo portano piena la responsabilità non solo il sindaco ma anche Forza Italia la Lega e Fratelli d’Italia, rappresentati ai massimi livelli e fino in fondo complici di ogni decisione.

(Visitato 864 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 11-07-2020 17:30