VIAREGGIO. Viareggio dona cento saturimetri alle Usca del territorio: un’iniziativa dell’Amministrazione comunale, su indicazione deiconsiglieri Duilio Francesconi e Giulia Gemignani, in collaborazione con FarmaCity e iCare.

«Il saturimetro è un apparecchio semplice ma altrettanto importante e deve essere usato da personale formato e competente – dichiara il consigliere Francesconi – per questo abbiamo scelto di darlo al personale sanitario che lavora sul territorio e che è in grado di capire come e quando lasciarlo nelle mani dei pazienti e soprattutto come utilizzarlo nel modo migliore»

Le USCA sono infatti le Unità Speciali di Continuità Assistenziale e sono composte da un medico e un infermiere: hanno lo specifico compito di valutare, su segnalazione del medico di famiglia o del pediatra, i pazienti Covid positivi o sospetti, che sono a domicilio, nelle strutture territoriali, dimessi dal pronto soccorso o dal reparto.

«Tramite la Asl abbiamo stimato quanti saturimetri servissero e in breve siamo arrivati alla donazione – conclude Francesconi – un grazie dovuto ad iCare, sempre disponibile, ma soprattutto al personale delle Uscaangeli custodi che monitorano le emergenze covid della nostra città».

Un’iniziativa che si inserisce nel solco della campagna di educazione sanitaria “ossigeniamo”, promossa dalle Farmacie Comunali della Toscane associate a Confervizi Cispel Toscana,alla quale aderisce anche iCare con FarmaCity: in tutte le farmacie comunali di Viareggio è possibile infatti fare un controllo gratuito della saturazione del sangue, misurazione che verrà effettuata, ovviamente, nel rispetto delle norme di sicurezza anticontagio. Un altro tassello verso la trasformazione delle farmacie in punti di riferimento per avere servizi all’avanguardia a supporto dei percorsi di cura.

(Visitato 74 volte, 1 visite oggi)
TAG:
covid-19 Saturimetri

ultimo aggiornamento: 18-02-2021


Vietato fumare nel cortile di Palazzo delle Muse

Viareggio si candida a capitale italiana della Cultura 2024