“Da lunedì 30 tutti coloro che devono avere la prima dose di vaccino, indipendentemente dalla loro età, potranno farlo presentandosi liberamente, presso qualsiasi centro vaccinale, senza nessun obbligo di prenotarsi. Abbiamo poi deciso di accelerare nella fascia 12-18 e presto inviremo un sms ai circa 37.000 studenti che hanno l’appuntamento nella seconda metà di settembre, per chiedere loro di anticipare la vaccinazione e presentarsi all’inizio delle lezioni avendo fatto anche la seconda dose”.

Il presidente della Regione, Eugenio Giani, sintetizza così le due principali decisioni adottate questo pomeriggio nella riunione del tavolo settimanale per la gestione dei vaccini, al quale ha partecipato insieme all’assessore al diritto alla salute, Simone Bezzini, ai direttori generali della Asl e ai dirigenti dell’assessorato regionale e della Protezione civile.

I già prenotati avranno la precedenza, ma ci sarà posto anche per coloro che si presenteranno chiedendo di essere vaccinati anche se non in possesso della prenotazione.

“Il 73% dei toscani – ha aggiunto il presidente – ha avuto almeno una dose di vaccino, e il 60% della popolazione si è sottoposta anche alle seconda dose. Se dunque i vaccinati sono circa 2,6 milioni e se dal milione restante togliamo chi ha tra 1 e 12 anni e coloro che non possono sottoporvisi per le patologie che hanno, restano circa 350.000 toscani ancora da vaccinare. Ad oggi i prenotati sono circa 150.00. Ecco, noi vogliamo convincere i restanti 200.000 a farlo prima possibile”.

Tra i provvedimenti annunciati c’è anche quello della possibilità di anticipare la data della seconda somministrazione. Chi vorrrà farlo potrà collegarsi al portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it e modificare, anticipandola la data della prenotazione della sua seconda dose.

(Visitato 506 volte, 1 visite oggi)

Coronavirus: 434 nuovi casi, tre i decessi

Da oggi nelle librerie “per Sinistra Popolare” di Marco Montemagni