“Siamo fortemente amareggiati-afferma Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega-riguardo alla sentenza del Consiglio di Stato che ha deciso di azzerare, a partire dal 1°gennaio 2024, le attuali concessioni demaniali marittime.”

“In pratica-prosegue il Consigliere-si riduce di ben dieci anni l’effetto della Legge, espressamente voluta dall’allora Ministro Centinaio, che fissava al 2033 il termine ultimo sulla questione in oggetto.”

“Una decisione che, quindi,-precisa l’esponente leghista- non condividiamo affatto, visto che, come detto, ridimensiona alquanto la normativa voluta fortemente dalla Lega.” “Purtroppo-rileva Montemagni- il recente richiamo dell’Unione Europea sulla tematica, ha posto un chiaro freno al fatto che si potesse arrivare, come da noi auspicato,  fino al 2033.” “Desideriamo, dunque, esprimere la massima vicinanza ai tanti qualificati operatori del settore-rileva il Consigliere-spesso preciso punto di riferimento dei molti turisti che solitamente affollano le nostre spiagge.” “Rimaniamo, dunque, dell’idea-conclude Elisa Montemagni-che il comparto debba essere costantemente preservato e valorizzato e non colpevolmente penalizzato come, purtroppo, accadrà, stante la recente decisione dei giudici.”

(Visitato 390 volte, 1 visite oggi)

Presidente balneari Lido di Camaiore: “Sentenza che affossa settore fatto di eccellenze”

Coronavirus: 418 nuovi casi , età media 42 anni e cinque decessi