Il Sette e mezzo è uno dei giochi più amati e una piccola guida per spiegare al meglio come giocarci è sempre una buona idea. Vediamo come funziona questo gioco di carte che assomiglia al blackjack.

Quando parliamo di Sette e Mezzo stiamo, certamente, parlando di uno dei giochi di carte più conosciuti e più amati in Italia. Stiamo parlando, quindi, di un gioco che è legato alla tradizione natalizia napoletana ma che, in questi ultimi anni, è diventato un gioco che appassiona moltissime persone e che ha subito quella che è un’evoluzione molto interessante. Come molti altri giochi d’azzardo stiamo, sempre, parlando di carte tradizionali e, anche se traslato spesso nel mondo dell’online e dei Gratta e Vinci, resta uno dei più giocati tra tutti, anche (e soprattutto visto il periodo) online. I migliori siti, su cui poter giocare a Sette e Mezzo, sono stati ordinati e valutati dagli esperti recensori di imiglioricasinoonline.net che mi hanno aiutato in diverse occasioni a dire il vero. E ce ne sono tanti in cui si può scommettere contro il banco con facilità e con tante promozioni interessanti.

Probabilmente, infatti, uno dei motivi per cui questo gioco ha così successo nel mondo è proprio questo: le regole sono semplici e giocare è ancora più facile. Questo permette anche ai giocatori non tanto esperti di potersi divertire in tranquillità, senza il timore di poter fare chissà quali errori o di poter o dover inventare chissà quale strategia.

Trucchi di Sette e mezzo? Se sì quali?

La fortuna di questo gioco, soprattutto in un periodo non felice come questo in cui è più facile parlare di guerra e di aiuti da inviare il prima possibile al popolo ucraino come a Stazzema e Parco della Pace, è legata, quindi, alla sua semplicità. Non c’è nulla di complesso, infatti, nel Sette e Mezzo in cui serve un mazzo di carte (napoletane, siciliane, lombarde, tradizionali italiane comunque) e un mazziere (che è anche il banco) che distribuisce una carta a testa. Il giocatore, dopo aver visualizzato la carta, decide quale mossa fare al mazziere/banco.

Vediamo quali sono le regole, dunque. Si può, infatti, decidere se “stare” o rischiare chiedendo un’altra carta. A quel punto si può sempre chiedere una carta aggiuntiva o fermarsi. Lo scopo del gioco, infatti, è avere Sette e Mezzo o avvicinarsi al Sette e Mezzo come punteggio finale. Ma senza “sballare”; cioè senza andare oltre quel numero. Direi che è il caso, ma penso che ve ne siate accorti anche voi, di rendere chiara la similitudine tra questo gioco e il più famoso blackjack. Si può parlare di trucchi, quindi? Diciamo che si può pensare di contare le carte o, almeno, di provarci per riuscire a capire quanto sia rischioso prenderne un’altra per arrivare al punteggio sperato.

I matematici che divennero milionari (ovvero quanto il blackjack possa essere oggetto di studio e di lucro)

A questo punto della guida abbiamo capito che il blackjack e il Sette e Mezzo partono dallo stesso principio. In tutti e due i giochi, infatti, ci sono delle carte che vengono distribuite da un mazziere/banco (nel Sette e Mezzo una, nel blackjack due) e si deve raggiungere, con quelle carte che si hanno in mano o aggiungendone altre, il punteggio desiderato (21 per il blackjack e 7 e ½ per il Sette e Mezzo, appunto). Si può, dunque, pensare di poter “truccare” in qualche modo il risultato a favore del giocatore contro il banco?

Se partiamo dal presupposto che sia una pratica non consentita in nessun casinò e se abbiamo visto il film “21” (che racconta di un gruppo di matematici che divenne milionario in un casinò di Las Vegas) possiamo dire di sì ma, nella pratica, questo è impossibile, soprattutto se giochiamo online (ma saremmo cacciati da qualsiasi direzione di casinò o sala giochi nel mondo). Il generatore di numeri casuali (RNG), infatti, non permette nessun tipo di calcolo. E questo è molto importante per rendere il gioco sempre vero e sincero. Non si può, infatti, in nessun caso ammettere la possibilità di poter imbrogliare su un casinò legale e questa è la base per potersi divertire in tranquillità, cioè senza rendere il gioco falsato in nessun modo.

(Visitato 19 volte, 1 visite oggi)

Viareggio capitale della cultura: mercoledì la decisione

Yare, acquirenti russi di superyacht sono il 19% del totale