“Un primo segnale nei confronti delle imprese al quale dovranno seguire altre azioni per non creare disparità tra categorie ma anche all’interno delle stesse”. E’ in chiaroscuro il giudizio di Confesercenti Toscana Nord sul provvedimento dell’amministrazione comunale sul suolo pubblico, affidato ad una nota dell’area Versilia. “Forse un confronto preventivo con le associazioni di categoria avrebbe permesso una migliore calibrazione di un provvedimento – spiega Confesercenti Toscana Nord – che apprezziamo nello spirito ma che riteniamo non sufficiente visto il periodo ancora pesante per tutte le attività. Se infatti i pubblici esercizi che avevano avuto la possibilità di estendere il suolo pubblico durante lo stato di emergenza godranno della gratuità dello spazio aggiuntivo, quelli che invece non avevano avuto questa possibilità pagheranno il canone intero. Creando a nostro avviso una disparità tra imprenditori. Meglio, come avevamo chiesto – uno sconto od un bonus a rimborso che a questo punto avrebbe coinvolto tutti i pubblici esercizi”. Confesercenti Toscana Nord fa poi presente “che il provvedimento non riguarda però gli ambulanti dei mercati, categoria che ha subito come altre restrizioni e lockdown. Per questo auspichiamo che si possa porre rimedio con un bonus alla luce del regolamento del nuovo canone mercatale. Siamo disponibili come sempre ad ascoltare le proposte dell’amministrazione comunale ed in particolare dell’assessore Meciani che in questi mesi di pandemia ha sempre dimostrato vicinanza alle categorie commerciali viareggine. Certi che la solidità del bilancio comunale, aspetto fondamentale, permetterà un sforzo in più”.

(Visitato 23 volte, 1 visite oggi)
TAG:
confesercenti suolo pubblico viareggio

ultimo aggiornamento: 08-04-2022


Carnevale, la posizione di Confesercenti

Torna il “mercato europeo” a Lido di Camaiore