All’esito di attività investigativa condotta dal Commissariato di P.S. di Forte dei Marmi, attraverso la visione delle immagini delle telecamere, servizi di appostamento e assunzione di sommarie informazioni da decine di persone, è stato identificato quale presunto responsabile della tentata violenza sessuale commessa ai danni di una cittadina italiana il 13 febbraio, un cittadino albanese, di anni 21, senza fissa dimora ed irregolare sul territorio nazionale.

Il giovane, temendo di essere stato individuato dalla Polizia, al fine di sottrarsi alla cattura, è fuggito facendo perdere le proprie tracce; Nel frattempo, essendo emersi gravi indizi di colpevolezza, il Gip presso il Tribunale di Lucca ha emesso a suo carico un ordinanza di custodia cautelare in carcere.
La successiva attività d’indagine finalizzata al rintraccio del soggetto, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Lucca, ha permesso di accertare che alcuni familiari dell’interessato vivevano nella città di Lac in Albania.
Potendo pertanto ipotizzarsi che il soggetto avesse fatto rientro in patria, si è attivato il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia che, all’esito di approfondimenti, ha comunicato che nel pomeriggio del 27.02.2022 il soggetto aveva fatto ingresso in territorio albanese dalla frontiera terrestre di Hani i Hotit al confine con il Montenegro a bordo di autovettura e che, i primi giorni di marzo, si trovava ancora in territorio albanese.
Acquisite tale informazioni, si è richiesto alla locale Procura della Repubblica l’emissione di mandato d’arresto europeo e l’avvio delle procedure volte all’estradizione.

Il G.I.P., su tempestiva richiesta della Procura, ha emesso mandato d’arresto europeo e il 14 marzo il soggetto è stato rintracciato dalla Polizia greca, in collaborazione con l’Agenzia FRONTEX, alla frontiera terrestre tra la Grecia e la Macedonia.
Il fuggitivo è stato tratto in arresto in esecuzione del M.A.E. e condotto presso un istituto di detenzione greco, in attesa dell’espletamento delle pratiche per l’estradizione.
Nella mattinata odierna, scortato da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, L.K. è stato estradato in Italia giungendo all’aeroporto di Roma Fiumicino dove personale della Squadra Mobile, del Commissariato di Forte dei Marmi e della Polizia di Frontiera di Fiumicino ha proceduto alla notifica dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere.
All’esito delle incombenze, il cittadino albanese è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Civitavecchia.

(Visitato 1.132 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 21-04-2022


Bruno Murzi: ecco la Forte dei Marmi del futuro

Scontro scooter-auto a Forte dei Marmi, conducente scooter ha riportato trauma cranico