Ancora senza esito le ricerche del ragazzo ventenne di nazionalità tedesca, che so è tuffato dal pontile di Massa martedì senza riemergere.

A dare l’allarme un amico connazionale. A seguito del miglioramento del moto ondoso, che rende possibile la navigazione, i sommozzatori dei Vigili del fuoco provenienti dal comando di Firenze, hanno iniziato le ricerche strumentali per scandagliare il fondale in corrispondenza del pontile dal quale il ragazzo si è tuffato. La ricerca strumentale avviene per mezzo di uno strumento Didson, che viene installato su una imbarcazione, e tramite un sonar è in grado di restituire un’immagine del fondale che viene visualizzata su un monitor e interpretata dal personale sommozzatore.

(Visitato 94 volte, 1 visite oggi)

Incidente in Autostrada A12: auto si cappotta e va in fiamme, deceduta bambina di 4 anni

Mareggiate, codice giallo fino alle 20 di venerdì 4 solo su costa centro-nord