Il libro

Guendalina Middei, docente e bookblogger, propone dieci brevi saggi su altrettanti classici nel suo ultimo libro “Innamorarsi di Anna Karenina il sabato sera. L’arte di leggere i classici in dieci brevi lezioni”. L’autrice affronta il tema del classico come lettura indispensabile e piacevole partendo dalla propria esperienza di lettrice. Pertanto, suggestioni letterarie e episodi personali si intrecciano nelle letture proposte. Da Tolstoj a Leopardi, dalla Austen a Kafka, la giovane autrice racconta la biografia dei grandi scrittori filtrandole con lo stile e l’approccio personale fin dalle stesse definizioni degli stessi autori. In questa rassegna di opere e romanzi, Middei va a sottolineare l’essenza della lettura dei classici: identificarci nei grandi personaggi raccontati, la meraviglia insita in certe storie e soprattutto l’idea che i classici siano per tutti. In loro emerge la possibilità di cogliere aspetti sottili della vita, aprire la mente, emozionarsi, scovare insegnamenti.

Un avventuroso viaggio utile per chi vuole avvicinarsi ai grandi classici ma anche per chi trova il piacere di ritrovare letture già vissute nel libro della Middei, alias ProfessorX.

Note al margine

Questo libro mi è stato regalato da una mia cara amica e, inaspettatamente, mi ha conquistato subito perché fin dalle prime pagine esula dallo stile dei saggi per immergersi in quella meravigliosa avventura che è la lettura. Mentre si viaggia fra le pagine e le vite dei nove autori citati, per chi ha letto i libri proposti è veramente avvincente scoprire punti di vista nuovi o rivivere certe emozioni di letture passate. In particolare, ho trovato piacevoli e stimolanti i capitoli riguardanti Orwell, Austen e Leopardi, tra gli autori che ho maggiormente letto tra quelli inclusi nel  testo. Ho apprezzato la capacità dell’autrice di trasmettere l’eterna modernità di queste opere e il messaggio universale e senza tempo che le contraddistingue.

Ho trovato interessanti anche gli inserti di approfondimento su alcuni temi e curiosità inseriti negli articoli.

Il libro raccoglie romanzi e opere poetiche molto amate e pone, tra le righe, anche la questione dell’inclusione nel canone letterario, cioè le caratteristiche per cui un testo rientra nel patrimonio culturale dell’umanità. Il desiderio di lettura dei classici che l’autrice emana è contagioso e credo che la lettura e rilettura dei classici, in un momento così colmo di incertezze, possa essere d’aiuto per ritrovare il senso profondo delle cose. Per cui, un esempio non a caso, tornare un po’ a Leopardi, non può che fare bene a tutti quanti!

(Visitato 24 volte, 1 visite oggi)

A PIETRASANTA IL PRIMO CONVEGNO DI STUDI SU IGOR MITORAJ

Cambiamento climatico: le aree marine protette difendono la fauna ittica dalle ondate di calore