Giovani maschi e di buona cultura, ecco gli europei più propensi a consumare gli insetti come cibo

Giovani maschi e di buona cultura, ecco gli europei più propensi a consumare gli insetti come cibo. L’identikit emerge da un articolo pubblicato sulla rivista “Food Research International” da un team del dipartimento di Scienze veterinarie dell’Università di Pisa guidato dalla professoressa Gisella Paci e composto dai dottori Simone Mancini, ...

continua a leggere >


Liberati sull’Amiata Athos e Porthos, i due lupi curati all’Ospedale veterinario dell’Università di Pisa

Ci sono voluti mesi di cure per salvare Athos e Porthos, i due lupi ricoverati all’Ospedale Didattico Veterinario (ODV) “Mario Modenato” dell’Università di Pisa che alcuni giorni fa sono stati liberati in un’area protetta del Parco Faunistico del Monte Amiata. Athos, il più giovane, è stato trovato intrappolato fra alcuni tubi nell’area ...

continua a leggere >


Sulla nostra pelle: storia dei tatuaggi dalla preistoria ad oggi, ricerca Università di Pisa

Emblema di ribellione, di appartenenza, marchio di infamia, segno magico ma anche accessorio di moda e simbolo di libertà. Nel corso dei millenni il tatuaggio è stato tutto questo e per la prima volta un originale studio ne ripercorre la storia sino alla contemporaneità. Il volume in questione è “Sulla nostra pelle. Geografia culturale ...

continua a leggere >


GAMC

Donna e diritti, incontro alla Gamc di Viareggio

In occasione della Giornata internazionale delle donne, venerdì 8 marzo alle 16,30 alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani di Viareggio (Piazza Giuseppe Mazzini 11) si svolgerà la conferenza “Donna e diritti: quale sostegno dalle strutture pubbliche?”. All’incontro aperto al pubblico, intervengono esperti e ...

continua a leggere >


L’Antico Egitto al di là dei faraoni: per la prima volta la storia sociale del popolo al centro della ricerca

Scrivere per la prima volta una storia sociale dall’Antico Egitto al di là dei fasti di faraoni e regine, mettendo piuttosto al centro il popolo e le classi meno agiate. E’ questa la sfida del progetto di ricerca di interesse nazionale (PRIN) ‘Pharaonic Rescission’ (PROCESS) dell’Università di Pisa che si è appena aggiudicato un finanziamento ...

continua a leggere >


L’Egitto antico, Edda Bresciani svelerà i segreti alla Gamc di Viareggio

Edda Bresciani, professoressa dell’Università di Pisa e archeologa di fama mondiale, svelerà i segreti dell’Egitto antico in un incontro aperto al pubblico che si svolgerà venerdì 22 febbraio alle 16,30 alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani di Viareggio (Piazza Giuseppe Mazzini 11). L’appuntamento è il secondo del ...

continua a leggere >


Dagli scarti agricoli, oli essenziali dall’elevato potere antimicrobico (anche più efficaci dei farmaci)

Gli scarti agricoli delle coltivazioni possono diventare fonti di preziosi oli essenziali dalle elevate proprietà antimicrobiche, una scommessa che è diventata realtà grazie ad uno studio realizzato dalle dell’Università di Pisa e Monastir in Tunisia. La ricerca pubblicata sulla rivista “Chemistry and Biodiversity” si è concentrata sulle ...

continua a leggere >


Malattie rare: studio sulla distrofia muscolare primo in Italia nel bando Aifa, Pisa capofila

Uno studio multicentrico sull’efficacia clinica del trattamento a lungo termine con il farmaco steroideo Deflazacort per i pazienti affetti da distrofia muscolare congenita causata da difetti del gene LMNA, e sulla ricerca di biomarcatori affidabili, si è classificato primo nel bando nazionale per i progetti di ricerca indipendente, in tutto ...

continua a leggere >


Il rischio obesità si individua già a dieci anni: sono i bambini con un metabolismo “risparmiatore”

Le persone a rischio obesità si possono individuare già a 10 anni, sono i bambini che per predisposizione genetica hanno un metabolismo “risparmiatore”. Per la prima volta uno studio italo-statunitense dell’Università di Pisa e del National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases del Maryland ha individuato il rischio in una ...

continua a leggere >