L’inquinamento da buste biodegradabili provoca anomalie e ritardi nella crescita delle piante

Biodegradabili, ma non innocue per l’ambiente, tanto da causare anomalie e ritardi nella crescita delle piante. E’ questo quanto emerge da uno studio sulle buste compostabili condotto da un team di biologi e chimici dell’Università di Pisa. La ricerca pubblicata su “Ecological Indicators”, rivista tra le più rilevanti nel settore delle scienze ...

continua a leggere >


Ricerca su Nature rivela che per produrre foglie e fiori le piante hanno bisogno di poco di ossigeno

Le piante sono spesso definite come i polmoni verdi del nostro pianeta eppure per produrre nuove foglie e fiori hanno bisogno di poco ossigeno.  La scoperta arriva da uno studio internazionale appena pubblicato su Nature e condotto dai ricercatori dell’Università di Pisa, Acquisgrana, Copenhagen, Heidelberg e della Scuola Superiore Sant’Anna. ...

continua a leggere >


Dagli aranci e limoni della Certosa di Pisa una crema viso antirughe

Dai limoni e dagli aranci della storica Certosa di Pisa sono nati dei prodotti unici, una crema viso antirughe con elevate proprietà antiossidanti e olii agrumati di oliva buoni,  salutari e sostenibili. A produrli a livello di prototipo è stata da una equipe di ricercatori dell’Università di Pisa composta da Angela Zinnai, Francesca Venturi e ...

continua a leggere >


Al via il progetto europeo Giotto per combattere l’osteoporosi: per rigenerare le ossa “impalcature” in 3D e “colla” e rete iniettabili

Una “colla” da utilizzare in caso di fratture non scomposte, una “rete” connettiva ad espansione da iniettare per riparare bacino e vertebre e delle “impalcature” in 3D per far rigenerare le ossa nei casi ancora più gravi. Sono questi i tre approcci per combattere l’osteoporosi basati su biomateriali innovativi e tecnologie avanzate che sono ...

continua a leggere >


Gli studi a Pisa? “Anni di sacrifici, ma anche di grandi amicizie”, è un ex studente dell’Ateneo il nuovo presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana

“Anni di sacrifici, ma anche di grandi amicizie”. Con queste parole Giorgio Saccoccia, il nuovo presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana nominato lo scorso 9 aprile, ricorda gli anni di studio all’Università di Pisa. Era il marzo del 1988 quando Giorgio Saccoccia si laureò con lode discutendo una tesi intitolata “Proprietà ...

continua a leggere >


Epatite B, a 30 anni dalla scoperta del virus HBV HBeAg difettivo, l’Aoup sempre in primo piano

Al congresso annuale dell’EASL-Associazione europea per lo studio del fegato che si tiene a Vienna da oggi, 10 aprile, fino al 14 (a cui partecipano circa 10.000 delegati da tutto il mondo) la professoressa Maurizia Brunetto, del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Pisa e direttore dell’Unità operativa di ...

continua a leggere >


Giappone, al via prime collisioni elettrone-positrone: fisici di UniPi nel team

Al via prime collisioni elettrone-positrone, scienziati alla ricerca di nuove particelle Dal 25 marzo è al lavoro l’acceleratore SuperKEKB in Giappone con un esperimento diretto concorrente dell’LHCb del CERN; i fisici dell’Università di Pisa e della locale sezione dell’INFN nel team internazionale composto dal 800 scienziati di 23 nazioni ...

continua a leggere >


Giovani maschi e di buona cultura, ecco gli europei più propensi a consumare gli insetti come cibo

Giovani maschi e di buona cultura, ecco gli europei più propensi a consumare gli insetti come cibo. L’identikit emerge da un articolo pubblicato sulla rivista “Food Research International” da un team del dipartimento di Scienze veterinarie dell’Università di Pisa guidato dalla professoressa Gisella Paci e composto dai dottori Simone Mancini, ...

continua a leggere >