CAMAIORE. “La richiesta degli ambulanti non puó che trovare attenzione da parte della politica e dell’amministrazione”. Così Alessandro Del Dotto, candidato sindaco del centrosinistra, risponde alle domande poste dai commercianti su aree pubbliche.

“C’é bisogno di aprire una seria riflessione sui luoghi di mercato ambulante. A Lido, ad esempio, si deve ripensare al mercato settimanale: c’é la possibilitá di considerare la Passeggiata o, comunque, aree centrali vicine ai quartieri residenziali; d’altronde, inutile girarci intorno, molte persone, specie anziani, trovano oggi un ostacolo raggiungere il mercato a causa dell’estremo decentramento sul viale Kennedy”.

Del Dotto aggiunge che “la riflessione sulle garanzie assicurative da prestare a salvezza dell’integritá della Passeggiata è uno dei punti fondamentali di partenza; fatto sta che il documento firmato dall’amministrazione, non rispettato, era una palla di neve che l’indifferenza della politica ha trasformato in un problema-valanga che, oggi, dobbiamo risolvere”.

Il candidato sindaco del centrosinistra precisa che “è importante condividere un metodo di scelta partecipata, con un serio percorso di ascolto e di scelta condiviso con residenti, operatori economici e diretti interessati”. Continua Del Dotto: “serve una politica precisa, non improvvisata e coordinata di organizzazione degli spazi dedicati ai mercati settimanali, non solo su Lido, ma anche a Camaiore e Capezzano: non si puó continuare a fingere che tutto sia perfetto”. In conclusione, “il settore degli ambulanti è un settore lavorativo che va ascoltato come vanno ascoltati tutti coloro che hanno attivitá economiche, specie in tempi come questi in cui le amministrazioni hanno il ruolo fondamentale di favorire ogni iniziativa che produca occasioni di lavoro, servizi e reddito per tutti”.

(Visitato 13 volte, 1 visite oggi)
TAG:
amministrative 2012 camaiore del dotto elezioni lido di camaiore mercato pd

ultimo aggiornamento: 28-01-2012


EMERGENZA CRIMINE, PARLAMENTARI PD DAL MINISTRO

CLAUDIO LARINI: “IL MERCATO TORNI IN PASSEGGIATA”