FIRENZE. La Regione Toscana – nel caso della suturatrice utilizzata per l’intervento chirurgico effettuato sul paziente poi deceduto all’ospedale Versilia –  appena ricevuta la notizia del decesso attraverso il centro Regionale di Rischio Clinico ha provveduto ad attivare tutti i direttori sanitari e i responsabili del rischio clinico, fornendo le indicazioni specifiche in modo da garantire la sicurezza di tutte le procedure chirurgiche.

L’assessorato regionale al Diritto alla Salute (Scaramuccia)  interviene così sul caso del distacco dei punti di sutura applicati al settasettenne pittore morto.

La segnalazione era partita come prevede la procedura dall’Asl Versilia.E’ stato così attivato il percorso di dispositivo vigilanza che ha coinvolto la stessa ditta Johnson&Johnson e il Ministero e che in questa fase prevede il ritiro cautelativo del dispositivo stesso.

(Visitato 17 volte, 1 visite oggi)

RUBATE LE OFFERTE ALLA CASINA DEI RICORDI

RISSA FUORI LA DISCOTECA, GIOVANE PERDE LA MILZA