Udc Camaiore

ALBERTO IACOMINI FRENA SULLA CANDIDATURA BERTOLA. “L’UDC IN CONSIGLIO È RAPPRESENTATO DA PARDINI”

(foto Pomella)
(foto Pomella)

CAMAIORE. “Dopo le continue provocazioni, formulate attraverso la stampa, i chiacchiericci post-elettorali e la comunicativa istituzionale (periodico del Comune), corre l’obbligo, quale dovere politico, per la carica che ricopro, a fronte delle continue richieste di chiarimenti fatte dalla maggioranza degli iscritti e simpatizzanti del Partito dell’ UDC, di entrare nel merito di alcuni  punti volutamente trascurati da qualcuno, e strumentalmente utilizzati da altri”.

 Lo scrive il coordinatore dell’Udc di Camaiore, Alberto Iacomini, entrando nel merito degli attacchi del consigliere Riccardo Bonuccelli alla luce del suo addio al partito e all’ingresso nel Gruppo Misto. Ma anche alla luce delle ultime dichiarazioni di Andrea Da Prato che non ha escluso un ritorno di Bertola come candidato tra cinque anni.
 “A tal proposito, l’attuale gruppo dell’UDC, nell’espressione di tutti i suoi costituenti, si e’ riunito per discutere e chiarire definitivamente la propria posizione, passata e futura, riguardante il mandato affidatogli  con successo dall’elettorato. Il Partito, tutto, tiene a sottolineare che il comportamento tenuto dal Consigliere Comunale Pardini Pierfrancesco (già Presidente del Partito locale e Vice Segretario Provinciale), nel corso dei Consigli Comunali , convocati dalla “nuova” amministrazione, non è nient’altro che l’espressione di quanto indicato e concordato in maniera democratica, dal Gruppo riunitosi”.
“Per quanto riguarda la commissione “Urbanistica” considerate le importanti scelte nel settore che dovranno obbligatoriamente essere assunte dalla nuova amministrazione,  per la nomina del componente, si è ritenuto dover essere rappresentati da colui che “in primis” ha partecipato, nella precedente Amministrazione, in maniera “attiva”, a tracciare le priorità sia tecniche che politiche, e non solo durante lo scorcio della ultima campagna elettorale”.
“In riferimento alla scelta della nomina del Capogruppo, analizzando le varie figure, è stato unanime il pensiero che, di fatto, negli ultimi 10 (dieci) anni, chi ha rappresentato senza interruzioni di sorta il mandato elettorale del partito, è stato il  consigliere comunale  Pardini Pierfrancesco, mentre altri forse inseguivano altri obbiettivi, che non erano certamente d’interesse collettivo, bensì personale (vedasi nomina di revisore in Soc. Porto SPA di Viareggio, nomina in quota Pdl).
È stato rimarcato, più volte, in sede della stessa riunione, che non si può accettare un comportamento che va contro le più elementari basi della democrazia, vanto del nostro partito, che vede imporre dei “Dictat” circa la rivendicazione di nomine consiliari contro minacce di adire a “GRUPPI  MISTI”, peraltro concordate e studiate a tavolino con altri gruppi Politici di Minoranza (PDL).
(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

“Se non sono bastate le ore di telefonate passate dal sottoscritto a cercare di spiegare le motivazioni delle scelte effettuate ad alcuni esponenti locali del partito lo faccio un’ ultima volta attraverso una comunicazione ufficiale sperando così di chiarire una volta per tutte le posizione del partito “Il gruppo dell’UDC di Camaiore non può accettare che una decisione importante come quella di far confluire al proprio interno un numero importante di persone, durante l’ ultima Campagna  Elettorale, scelta peraltro confortata dall’ avvallo a livello provinciale , regionale e nazionale, possa essere utilizzata da qualcuno (consigliere Bonuccelli Riccardo e dal Sig. Rugani Michele) quale elemento di critica e soprattutto di giustificazione  per  passare ad  un fantomatico Gruppo Misto come detto sopra, tradendo di fatto il mandato elettorale ricevuto”.

“L’aggiunta, poi, della falsa dichiarazione, dell’avvenuto “commissariamento” del  Partito a Camaiore oltre alla divulgazione a mezzo stampa di notizie e circostanze non veritiere riguardanti il Partito stesso, fa inevitabilmente collocare il Consigliere Bonuccelli Riccardo, “fuori” dal Gruppo e dal Partito dell’ UDC, non facendo altro che confermare la scelta da lui stessa maturata creando il Gruppo Misto. La riunione si è conclusa rinnovando, all’unanimità, al Presidente Pardini Pierfrancesco, piena fiducia e riconoscendogli di portare avanti in maniera ineccepibile il mandato conferitogli”.
“Un’ultimo pensiero è doveroso dedicarlo alle “sparate” degli ultimi giorni invitando chiunque si sia reso partecipe di “botta e risposta” a rivolgere le proprie energie alla ricerca delle soluzioni di problemi ben più seri che del fare semplice pettegolezzo. Un chiarimento mi è obbligatorio farlo anche in merito a quanto apparso oggi sulla stampa. Eventuali candidature e/o scelte di ogni genere, inerenti il partito dell’Udc in ogni sua rappresentanza, saranno discusse “solo e solamente” all’interno degli organi preposti e comunicati ufficialmente “solo” attraverso i suoi organi di rappresentanza ad oggi individuati dal presidente , consigliere Pier Francesco Pardini, e dallo scrivente Segretario Iacomini Alberto. Tanto dovevo a chiarimento di discorsi e di situazioni venutesi a creare negli ultimi giorni”.
(Visitato 89 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 04-09-2012 22:01