(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

CAMAIORE. Tensioni, frizioni, mal di pancia. Chiamateli come volete ma nel Pd di Camaiore, negli ultimi tempi, non tira un aria del tutto serena.

Diverse le questioni che, in questi primi mesi di amministrazione Del Dotto, stanno facendo discutere. Si tratta di rumors, questo è chiaro, che sempre più spesso però escono dalle sale delle riunioni di partito e arrivano a chi, di professione, certe cose le racconta.

L’ultimo caso a far discutere è stata la decisione di non finaziare il Rally di Carnevale. Parte del Pd non ha preso proprio con il massimo dell’entusiasmo la scelta (ufficialmente solo un silenzio però, con nessuna presa di posizione del partito). Decisione spinta come è chiaro dalle forze più a sinistra della coalizione, come Sel.

Ma continua ancora a far discutere anche la scelta, o meglio l’eventualità, di spostare la farmacia del Secco all’Esselunga. Ma al Secco, e a Lido in generale, il Pd ha dimostrato nelle ultime elezioni di essere forte e di aver preso molti consensi. E non tutto l’elettorato (diciamo quasi nessuno) comprende la decisione che, temono i commercianti, rischia di far saltare un già fragile equilibrio di quella area commerciale disagiata di suo.

Appunto: Lido di Camaiore. Tanti voti arrivati da quelle zone all’attuale maggioranza. Pochi, per ora, i riscontri. Questa estate è stato un susseguirsi di proteste e segnalazione di degrado e sporcizia, in passeggiata e nell’entroterra. Chi ha votato il partito di Bersani a Lido ha inoltre mal digerito il fatto che, di esponenti lidesi in giunta, ce ne siano ben pochi: Carrai, uomo del Pezzini, e Cortopassi di Sel.

Ma ultimamente pare che ci sia anche un altro aspetto che sta facendo salire la tensione nel Pd. Quella che alcuni giudicano la “scarsa presenza del sindaco in Municipio”. Molto presenzialista a cerimonie e iniziative pubbliche, questo nessuno glielo contesta, ma forse molto meno presente in Municipio per il lavoro amministrativo ordinario. “Gran parte del lavoro – sussurra qualcuno del partito – lo svolge Marcello Pierucci. È il vicesindaco il vero motore di questa amministrazione, ma questo non va bene”.

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)
TAG:
assenteista camaiore Comune del dotto lido partito pd

ultimo aggiornamento: 26-01-2013


ALBERI PERICOLANTI IN VIA ZARA: L’ALLARME DEI RESIDENTI

GRANDE VEGLIONE DI CARNEVALE A VILLA CAVANIS