(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

CAMAIORE. Nuovo sopralluogo questo pomeriggio nel centro Cecco Rivolta di Camaiore, inagibile da ieri a causa di alcuni problemi alla pavimentazione. Il centro per ragazzi e bambini gestito dalla Crea riaprirà martedì.

La verifica tecnica – c’era il geologo Buchignani, la protezione civile e gli assessori Marcello Pierucci, Simone Leo e Carlo Alberto Carrai – ha rassicurato gli animi. “A quanto pare – dice il vicesindaco Pierucci – il problema è solo del pavimento, che si è rigonfiato. Insomma la questione rispetto a ieri si è molto ridimensionata”. Essendo domenica risulta difficile fare gli atti amministrativi necessari a poter riaprire la struttura domani. “Lunedì ormai resta chiusa – dice Pierucci – ma con molta probabilità martedì Cecco Rivolta riaprirà regolarmente”.

Si continua intanto a pulire il terreno alle spalle dell’Incaba, che ha costretto oggi ad una nuova evacuazione: una casa e tre aziende (la quarta è interessata solo nel retro dall’ordinanza di evacuazione).

“La frana – spiega Pierucci – non ha riguardato un terreno soggetto a questo tipo di fenomeni. E’ invece la stessa area colpita 3-4 anni fa da un grande incendio. Andarono distrutte numerose piante, e la manutenzione non fu mai fatta a dovere, specie per il sistema di regimazione della acque. Paghiamo oggi l’incendio di 4 anni fa”.

Anche in questo caso comunque – come per le case evacuate in via Colletto Santucci o in via di Contra – si tratta di appezzamenti di terreno privati.

(Visitato 38 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore cecco rivolta frana marcello pierucci

ultimo aggiornamento: 17-03-2013


FURTO IN UNA CASA A TORRE DEL LAGO, PORTATO VIA BOTTINO DA 10MILA EURO

FURTO ALL’AUSER: È IL QUARTO IN POCHE SETTIMANE