(Fotomania)

CAMAIORE. Paccheri alla gallinella di mare, branzino sotto sale con maionese artigianale e tortino di mele caldo con gelato. Un pranzo da re, anzi da Presidente quello che il ristorante “La Dogana” a Capezzano Pianore ha preparato per la visita del Capo di Stato Giorgio Napolitano e del suo omologo tedesco Joachim Gauck. È stato proprio il noto locale in via delle Pianore ad ospitare la scorsa domenica il banchetto italo-tedesco dopo il simbolico abbraccio di conciliazione avvenuto tra i due Presidenti a Sant’Anna di Stazzema, nella giornata di ricordo delle 560 vittime della strage perpretata dai nazifascisti nell’agosto del 1944.

(Fotomania)

Dopo la commemorazione congiunta da parte dei due Capi dello Stato, probabilmente ultimo atto pubblico del settennato di Giorgio Napolitano, tutti a tavola al ristorante “La Dogana”.

“Aver potuto servire il nostro presidente e quello tedesco – afferma soddisfatto il titolare Daniele Pierucci – è stato un grande onore e un privilegio che nella carriera non penso accada due volte. Devo ringraziare il Sindaco di Stazzema Michele Silicani e quello di Camaiore Alessandro Del Dotto che hanno sponsorizzato la nostra candidatura”.

Servire due Presidenti della Repubblica in una giornata così importante per la storia italiana e non solo, non capita a tutti. Ma a “La Dogana” non si sono fatti trovare impreparati. “La cura della tavola è stata molto semplice e il servizio meticoloso, preciso e puntuale”.

(Fotomania)

E i due super ospiti sembrano aver apprezzato. “Prima di uscire il Presidente Napolitano – racconta Pierucci – ci ha ringraziato personalmente e ci ha detto che non abbiamo deluso le aspettative della cucina toscana”.

Al tavolo presidenziale oltre a Napolitano e Gauck erano presenti anche il consigliere di Stato Donato Marra, l’ambasciatore tedesco Kolbe, il presidente della Regione Enrico Rossi e il Presidente della Provincia Stefano Baccelli.

(Fotomania)

“Per noi è stato un onore – conclude il titolare – il Presidente è una persona fantastica, cordialissima. Sono rimasto colpito il suo dinamismo nell’interloquire con Gauck per tutto il pranzo nonostante la giornata lunga e ricca di impegni”.

(Si ringrazia FotoMania per le foto)

(Visitato 1.057 volte, 1 visite oggi)

TORNA “COME ERAVAMO”: LA MASSAROSA D’ALTRI TEMPI ALLA MOSTRA AGROZOOTECNICA

È MORTO FABIO CANOVA, GESTORE DEL ‘BOMBETTA’ ED EX PRESIDENTE DEL VIAREGGIO